Tasi, proprietari di Ragusa e Olbia fortunati: non la pagano

By | 6 dicembre 2014

La Uil ha asserito che il 53,5% delle famiglie italiane sborserà, per la Tasi, una somma maggiore rispetto a quella pagata per l’Imu.

“E’ vero che nel complesso la Tasi sarà più bassa dell’Imu, ma la distribuzione sarà meno equa”, sottolinea la Uil. Nei capoluoghi l’aliquota si attesta al 2,6 per mille. A Torino la Tasi picchia duro: 403 euro. Si paga tanto anche a Roma, Siena (356) e Firenze (346).

Non volete essere tartassati dall’odiosa Tasi? Andate a vivere ad Olbia e Ragusa, visto che in tali città i proprietari non pagano nulla, ovviamente nell’ipotesi di prima casa.

Ricordiamo che il termine per pagare il saldo Tasi e Imu scadrà il prossimo 16 dicembre. Il doppio pagamento, comunque, potrà essere eliminato già il prossimo anno per evitare confusione. L’esecutivo ha reso noto l’arrivo della Local tax, una sola tassa.

Chi ha versato il saldo Tasi a giugno o a ottobre potrà calcolare semplicemente il saldo. In sostanza si dovrà sborsare la stessa somma, a meno che non siano variati i dati relativi all’immobile (ad es. in caso di cambio di residenza).

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

This site uses Akismet to reduce spam. Learn how your comment data is processed.