Silviasaurus

By | 20 settembre 2013

Silvisaurus, il dinosauro corazzato

La scoperta dei fossili di Silvisaurus, avvenuta nel 1960, fu estremamente travagliata: ci volsero giorni per liberare lo scheletro del dinosauro imprigionato fra le rocce e anche i resti rinvenuti apparvero deteriorati dal passaggio dei bovini sul terreno.

Il Silvisaurus, il cui nome significa rettile della foresta, aveva otto o nove piccoli denti appuntiti, posti frontalmente nella mascella superiore. Nell’ipotesi che abbia avuto un becco, esso sarebbe stato disposto sulla punta del muso.  Il Silvisaurus non rispettava esattamente i canoni di bellezza moderni (e nemmeno quelli del cretaceo). Il corpo era tozzo, dotato di una corazza massiccia e sostenuto da arti piccoli e corti. La corazza lo proteggeva dagli attacchi dei predatori più feroci, infatti con le sue ossa piatte e gli aculei si sarebbe rivelato un boccone indigesto anche per i dinosauri più feroci.

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

This site uses Akismet to reduce spam. Learn how your comment data is processed.