“The Sound of The Silence” compie 50 anni: alienazione giovanile cantata da Simon e Garfunkel

By | 18 gennaio 2016

Simon e Garfunkel: The Sound of Silence compie mezzo secoloUna delle più belle ballate della storia della musica “The Sound of The Silence” di Simon e Garfunkel compie mezzo secolo. Ebbene sì, la canzone uscì nel gennaio 1966

 

All’inizio “The Sound of The Silence” non piacque molto. Fu necessaria la rivisitazione del produttore Tom Wilson a far balzare la canzone in vetta alle classifiche mondiali. Pian piano, Paul Simon e Art Garfunkel vennero apprezzati negli Usa e in tutto il mondo.

Il brano venne scritto nel 1964 da Paul Simon e venne considerato da molti come inno del tempo, come inno alla voglia di ribellarsi contro chi opprime. La ballata è così intensa ed emozionante che riuscì a gareggiare e a non soccombere a pezzi di un gruppo che all’epoca furoreggiava: i Beatles.

“The Sound of The Silence” venne incluso nel disco omonimo, che riscosse un successo incredibile in tutto il mondo. Lo stesso Mike Nichols rimase così estasiato dal brano che lo usò come colonna sonora della scena finale de “Il laureato”, film interpretato da Dustin Hoffman e Katharine Ross.

loading...

L’obiettivo di Simon, con “The Sound of The Silence” era di raccontare con musica e parole l’alienazione giovanile. Paul ha detto durante un’intervista:

“Avevo 21 anni, non ho scritto pensieri molto elaborati. Era pura rabbia adolescenziale ma possedeva un livello di verità che ha finito per toccare la sensibilità di milioni di persone”.

“The Sound of The Silence” è un pezzo forte ma, all’epoca, rischiò più volte di essere demolito dalla british mania. Band come Beatles e artisti come Bob Dylan erano acclamatissimi ma Tom Wilson seppe, con strategie e accorgimenti intelligenti e in linea con i gusti del momento, trasformare la ballata di Simon e Garkfunkel in un tormentone.

Garfunkel, dopo aver ascoltato la versione di “The Sound of The Silence”, rielaborata da Wilson non rimase molto entusiasta, ritenendo che non avrebbe avuto successo. La storia lo smentì, visto che il pezzo conquistò subito il pubblico mondiale, balzando in vetta alla classifica dei singoli più venduti negli Usa. Stesso successo anche per il disco omonimo, contenente, oltre a “The Sound of The Silence”, anche ballate come “I am a rock” e “Kathy’s song”.

 

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *