Animali

Trovati resti di un dinosauro ucciso da uno stegosauro

Stegosauro: un combattente letale

stegosauro
I paleontologi hanno scoperto nuove prove della ferocia dello Stegosauro. Lo stegosauro era un grande dinosauro erbivoro che aveva la caratteristica di presentare delle ampie placche ossee, che andavano dalla testa fin quasi alla parte terminale della coda, la quale inoltre era provvista di lunghissimi e affilati spuntoni ossei con in quali si difendeva efficacemente dai predatori.
La prova della ferocia dell’enorme erbivoro è stata fornita da una ferita fatale riscontrata nell’osso del pube di un allosauro, un predatore davvero temibile. La ferita, ha una forma conica assimilabile alle punte ossee tipiche della coda dello Stegosauro, questa ferita profonda inflitta in un particolare punto vitale avrebbe lasciato, secondo gli esperti, pochissimi attimi di vita all’allosauro.

Robert Bakker, paleontologo allo Houston Museum of Natural Science, ha detto che ferite simili sono riportate dai cowboy del rodeo o dai cavalli quando vengono incornati dalle lunghe corna ricurve dei bufali; è ragionevole supporre che dinosauri erbivori dotati di ossa appuntite, come lo stegosauro fossero in realtà prede molto ostiche da catturare e uccidere, e che fossero numerosi i predatori vittime della loro errata valutazione.

Una grande differenza è che gli stegosauri hanno la loro arma letale posta nella coda piuttosto che in testa, come accade per i grandi mammiferi ancora viventi: si pensi al bufalo, al bisonte, al cervo o al rinoceronte.

Join The Discussion

Questo sito usa Akismet per ridurre lo spam. Scopri come i tuoi dati vengono elaborati.