News

Tumore ai polmoni, ok al pembrolizumab: immunoterapia sostituirà la chemio?

Una lieta notizia per tutte le persone affette da tumore ai polmoni. E’ arrivato infatti l’ok del Comitato Europeo per i Medicinali ad Uso Umano dell’Agenzia Europea per i medicinali all’utilizzo del pembrolizumab per la cura dei pazienti affetti da cancro ai polmoni non a piccole cellule in fase metastatica.

Immunoterapia: seconda opzione per la cura del tumore ai polmoni

A breve la Commissione europea vaglierà la raccomandazione del Comitato e deciderà se commercializzare o meno il pembrolizumab. La decisione dovrebbe arrivare nell’arco di un trimestre. In Europa, attualmente, la somministrazione di tale medicinale per la cura di neoplasie polmonari è una seconda opzione. Prima di tutto c’è la chemioterapia. In sostanza, i medici devono prima procedere con la tradizionale terapia per le mutazioni tumorali Egfr o Alk e poi somministrare pembrolizumab.

La recente approvazione del Comitato si fonda sui risultati confortanti della ricerca Keynote-024, secondo cui la sopravvivenza, con il pembrolizumab, sarebbe superiore rispetto alla chemio.

Rafforzare le difese del sistema immunitario e contrastare il tumore ai polmoni

E’ indubbio che l’immunoterapia rappresenti la nuova frontiera della terapia oncologica che, probabilmente, soppianterà in futuro la chemioterapia. L’immunoterapia, in soldoni, mira a consolidare le difese del sistema immunitario. Negli ultimi anni tale innovativa terapia si è mostrata vincente nell’ambito della lotta al melanoma; adesso è stato scoperto che è molto efficace anche per contrare il tumore ai polmoni.

Join The Discussion

Questo sito usa Akismet per ridurre lo spam. Scopri come i tuoi dati vengono elaborati.