Salute

Tumore al pancreas: primo intervento chirurgico in 3D

Primo intervento chirurgico in 3D per i pazienti con tumore al pancreas. Nel progetto sono coinvolti ben 35 chirurghi eccellenze nelle patologie pancreatiche.

Il tumore al pancreas operato in 3D

Il tumore al pancreas per la prima volta in Italia viene trattato con un intervento chirurgico in 3D. L’eccezionale evento ha coinvolto ben 35 medici, provenienti da diverse regioni italiane. L’intervento chirurgico per il tumore al pancreas è stato eseguito all’ospedale Paolo Pederzoli di Peschiera del Garda, nel quale si è tenuto il IV corso di chirurgia pancreatica in livello avanzato, tenutosi nei giorni scorsi dell’1, 2 e 3 ottobre.

Il tumore al pancreas è stato quindi per la primissima volta trattato grazie all’utilizzo di una dotazione tecnologica che comprende una potente telecamera e degli speciali occhiali, che consentono di ingrandire particolari anche minuscoli della parte trattata, avendo la visuale tridimensionale.

L’intervento chirurgico è multidisciplinare

L’intervento chirurgico in 3D è l’unione di medici appartenenti a varie e diverse branchie della medicina. La multidisciplinarità medica nasce dall’esigenza di avere più pareri nel trattamento del tumore al pancreas. L’intervento per il tumore al pancreas che è uno dei più difficili e complessi da trattare, infatti, ha visto coinvolti chirurghi, oncologi e radioterapisti.

Proprio il professor Paolo Pederzoli ha avuto l’intuizione di superare questo nuovo traguardo unendo più dottori per arrivare ad avere risultati ottimali per i pazienti. Come dichiarato dallo stesso professore è importante individuare la giusta strategia per affrontare nel migliore dei modi la patologia.

Congresso per l’approccio chirurgico del tumore al pancreas

Nella giornata di oggi, 5 ottobre, invece, presso l’Hilton Turin Lingotto, sito in via Nizza 230, è stato organizzato il congresso su ‘L’approccio chirurgico al tumore al pancreas’, organizzato dal reparto di chirurgia dell’ospedale San Giovanni Bosco di Torino.

Al congresso parteciperanno esperti eccelsi del tumore al pancreas e verranno messi a confronto due dei più importanti centri contro le patologie pancreatiche. Il Centro di Heidelberg che ha rilevanza europea e il Centro di Verona, il più importante a livello nazionale.

Nel congresso, argomento principe sarà il trattamento dei tumori che sono al limite della operabilità. Questi casi clinici sono la vera sfida per gli oncologi e i chirurghi, che negli ultimi anni hanno cercato di trovare soluzioni valide per una possibile buona riuscita di un intervento così delicato.

Gli ospiti del congresso hanno fama internazionale: ci saranno i professori Christoph Springfeld e Thilo Hackert e anche il professor Claudio Bassi che è direttore della Chirurgia del pancreas e il dottor Davide Melisi, oncologo e ricercatore dell’ospedale di Verona.

Join The Discussion

Questo sito usa Akismet per ridurre lo spam. Scopri come i tuoi dati vengono elaborati.