Acquisti

I mobili europei parlano cinese: uno su due importato dalla Cina

Ormai quasi tutti gli oggetti presenti nelle nostre case sono made in China. E’ indubbio. Forse non tutti sanno, però, che quasi il 50% dei mobili importati dall’Ue proviene dalla Cina. L’avanzata cinese, dunque, è inarrestabile e tocca, adesso, anche nuovi settori, come quello dell’arredamento. Secondo recenti statistiche, la Cina è il maggiore fornitore di arredi in Europa, detenendo una quota di mercato pari al 49,8%. Non male, comunque, neanche Vietnam e Indonesia, che detengono, rispettivamente, quote di mercato del 13,7% e 6,6%.

Bene anche India, Turchia e Malesia

I mobili europei parlano cinese. Gran parte degli arredi nelle nostre abitazioni sono stati importati dalla Cina. Oltre a quest’ultima nazione, comunque, altre nazioni si stanno  facendo spazio nel settore dell’arredamento, come India, Turchia e Malesia. L’Asia, insomma, arreda e arrederà le nostre case. Il dato è contenuto nel recente dossier sull’import di legno e dei suoi prodotti derivati nell’Ue, redatto dal centro studi della FederlegnoArredo.

Chi importa più arredi dalla Cina?

Quali sono le nazioni europee che importano maggiormente arredi dalla Cina? Regno Unito, Germania e Italia. Il Belpaese non occupa la prima posizione in tale classifica per la sua grande esperienza nell’ambito dell’arredo. L’import dell’Italia, invece, è maggior sul versante della carta e del legno. Dove primeggia l’Italia? Beh, sul campo della legna da ardere: è il primo importatore nell’Ue, con una spesa pari a 109 milioni di euro. La Cina, dunque, è leader, nel mondo, nell’ambito della produzione e dell’esportazione di mobili e articoli di arredamento. Un lustro fa, la produzione aveva toccato i 183 miliardi di dollari. Piaccia o non piaccia, la Cina si sta facendo un grosso spazio in Europa.

Join The Discussion

Questo sito usa Akismet per ridurre lo spam. Scopri come i tuoi dati vengono elaborati.