Vegetariani: ecco perché tornano a mangiare carne, si sentono emarginati a tavola

By | 7 dicembre 2014

Sono veramente tanti i vegetariani nel mondo, ovvero quei soggetti che non consumano nessun tipo di carne.

I carboidrati, specialmente quelli presenti nei cereali, frutta e ortaggi, rappresentano il fondamento di una dieta vegetariana e la principale fonte energetica.

Capita spesso che i vegetariani cambino idea, tornando a consumare carne. Come mai? Secondo un recente sondaggio, solo una persona su 5 continua ad evitare il consumo di carne; gli altri abbandonano i loro propositi e tornano a mangiare tutto.

Oltre la metà dei vegetariani torna a mangiare carne nel giro di un anno; il 30% dopo circa 3 mesi. Il sondaggio è stato condotto dallo Humane Research Council, negli Usa, su 11.000 adulti. L’ente che difende gli animali ha notato che generalmente si tende ad optare per una dieta vegetariana verso i 34 anni ma, poco dopo, c’è un ripensamento.

Si torna a mangiare carne perché ci si sente, spesso, esclusi dal gruppo. Insomma, quando un vegetariano trascorre una serata al ristorante con gli amici è costretto a mangiare cibi diversi ‘dal coro’ e ciò, alla lunga, pesa non poco. Molti vegetariani, inoltre, non riescono più a mangiare solo determinati alimenti, essendo tentati dai prelibati pollo e pesce.

Bisogna ricordare, comunque, che l’Academy of Nutrition and Dietetics reputa le diete vegane, latto-vegetariane e latto-ovo-vegetariane, se ben organizzate, ottime per ogni fase del ciclo vitale, compresi allattamento e  gravidanza.

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

This site uses Akismet to reduce spam. Learn how your comment data is processed.