Veronica Lario, Berlusconi e l’assegno mensile

By | 22 febbraio 2018

Berlusconi-Lario-divorzio-assegnoSilvio Berlusconi, durante un’intervista a Otto e Mezzo, su La7, ha reso anche dichiarazioni sul divorzio dall’ex moglie Veronica Lario. Parole che non sono piaciute a quest’ultima: ‘Non è vero che il mio ex marito, Silvio Berlusconi, mi ha detto di essere disponibile a rinunciare alla restituzione degli assegni che mi ha versato nel corso del divorzio. Non ho mai ricevuto questa offerta’. La Lario si è detta stupita da quelle parole, aggiungendo: ‘Ho dovuto presentare ricorso in Cassazione perché il dottor Berlusconi, il giorno dopo il deposito della sentenza di appello mi ha notificato il provvedimento dei giudici facendo partire i termini per impugnarlo davanti alla Suprema Corte’. L’ex premier e leader di Forza Italia, secondo i giudici, non è più tenuto a versare all’ex moglie il cospicuo assegno mensile.

Veronica Lario costretta a rinunciare all’assegno da 60 milioni

Nei mesi scorsi, secondo quanto era stato riferito all’agenzia Il Sole 24 Radiocor, la Lario aveva notificato alla Corte di Cassazione il ricorso contro la decisione dei giudici d’Appello di Milano. I magistrati, in sostanza, avevano annullato il suo abnorme assegno mensile di mantenimento, obbligandola altresì a restituire le somme percepite dal marzo del 2014.

Cristina Morelli, legale della Lario, poco dopo la pronuncia dei giudici d’Appello, risalente allo scorso 16 novembre, aveva definito ‘profondamente ingiusta’ la sentenza della Corte d’Appello che ha annullato l’assegno di mantenimento da 1,4 milioni mensili che spettava alla sua assistita. I magistrati della Corte d’Appello di Milano avevano ritenuto di applicare al caso Berlusconi-Lario il principio dell’autonomia sul versante economico, archiviando di fatto quello dello ‘stesso tenore di vita’ goduto in costanza di matrimonio. La magistratura aveva applicato tale principio già al caso dell’ex ministro dell’Economia Vittorio Grilli, anche lui separato dalla moglie.

News della Lario: parla l’avvocato Giulia Bongiorno

L’avvocato Giulia Bongiorno, candidata leghista alle prossime elezioni e probabile Guardasigilli in caso di trionfo della Lega, ha rivelato nelle ultime ore che attualmente una legge sulla legittima difesa è ‘comica’. Lei introdurrebbe un diritto di reazione in quanto il timore giustifica sempre una reazione. Il noto avvocato si è anche soffermata sul divorzio Lario-Berlusconi.

‘Io riformerei il diritto di famiglia con norme più stringenti. I giudici hanno troppa discrezionalità. Bisogna tenere conto della durata di un rapporto e del contributo della donna alla carriera del coniuge. Se una donna rinuncia alla carriera perché l’uomo le dice tu ti occupi del ménage famigliare, e poi si lasciano, quella donna va ristorata. Ma non mi piace l’idea di una donna che non ha rinunciato a nulla e poi pretenda di mantenere lo stesso tenore di vita’, ha argomentato il legale leghista.

La vita lussuosa di Veronica Lario: dove vive ora?

E’ indubbio che quella condotta finora da Veronica Lario sia stata una vita nel lusso. Lo avevano ribadito anche i giudici d’Appello, proprio coloro che le hanno tolto il grosso assegno mensile. I giudici milanesi avevano parlato di ‘lunghe crociere ai Caraibi per almeno 4-5 settimane all’anno’, ‘estetiste, parrucchieri e personal trainer a domicilio’, nonché una permanenza ‘per almeno 5 settimane all’anno’, a Villa Certosa.

La Lario ha, tempo fa, lasciato la lussuosa villa di Macherio ma comunque adesso non vive nella miseria. L’ex moglie di Berlusconi vive in un superattico a Vimercate. C’è chi la vede, talvolta, fare spesa al centro commerciale o al cinema insieme ai nipoti. Veronica vive nel superattico (preso in affitto) da 3 anni circa.

Un appartamento, sì, ma molto grande. Il nuovo superattico su 2 piani di Veronica Lario è al diciottesimo piano di una torre che regala una vista mozzafiato sui grattacieli di Milano Porta Nuova e sulle Prealpi. Si vocifera che sia stata proprio la Lario, al secolo Miriam Raffaella Bartolini, a coordinare il restauro e a scegliere l’arredo.

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

Questo sito usa Akismet per ridurre lo spam. Scopri come i tuoi dati vengono elaborati.