News

Zucchero e carni rosse eterni amici del cancro

zucchero-tumore-carne-rossaAbbiamo più volte sottolineato, menzionando anche pareri di illustri studiosi ed oncologi, che anche lo stile alimentare è importante per evitare il cancro. La tipologia degli alimenti consumati è determinante per tenere alla larga specialmente patologie come tumore al colon-retto e allo stomaco. Insomma, se si eliminano dalla dieta determinati cibi, o comunque se ne riduce il consumo, si fa calare anche il rischio di ammalarsi di tumore. La prevenzione, dunque, parte dalla tavola. La domanda è: quali sono gli alimenti più pericolosi? Sembra che in pole position ci siano zucchero e carni rosse.

Buona alimentazione per vivere più a lungo

Franco Berrino, epidemiologo all’Istituto nazionale dei tumori di Milano e grande conoscitore del mondo alimentazione, ha parlato del rapporto tra cibi e cancro nel suo ultimo libro, intitolato ‘Ventuno giorni per rinascere. Il percorso che ringiovanisce corpo e mente’. Nel volume il luminare ricorda che il cambiamento dello stile di vita e dell’alimentazione è fondamentale per vivere meglio e più a lungo. Berrino non ha dubbi su quello che è bene mangiare e ciò che dovrebbe essere bandito: ‘Semplice: nulla di morto. E dunque cereali integrali, legumi, frutta e verdura. Variando moltissimo tra questi, perché ogni alimento ha la sua specificità nutritiva’.

Digiuno non va snobbato

Berrino ritiene che può essere considerabile anche il digiuno, praticabile in modi differenti: ‘Per 16-18 ore, cioè saltando la cena. Per 24 ore. Per 36. O per 2/3 giorni non consecutivi alla settimana. Il cosiddetto digiuno intermittente’. La salute migliora, per lo studioso italiano, limitando il consumo di cibi di origine animale, come le carni rosse, e lo zucchero. Necessaria, inoltre, l’attività fisica.

Il legame tra consumo di carne e cancro

Mentre la comunità scientifica dibatte sul legame tra consumo di carne e cancro, è indubbio che il consumo a lungo termine di carne rossa è fortemente correlato a un incremento del rischio di sviluppare il tumore dell’intestino. Gli scienziati, purtroppo, non sono ancora riusciti a spiegare tale associazione. Tuttavia sono state avanzate molte ipotesi. Tempo fa è stato condotto uno studio sui topi, grazie al quale sono state scoperte grosse quantità di uno zucchero particolare nella carne rossa. Tale zucchero potrebbe innescare una reazione immunitaria infiammatoria, che favorisce l’insorgenza delle neoplasie.

Lo zucchero Neu5Gc

È assodato che consumare tanta carne rossa incrementa il rischio di alcuni tumori negli esseri umani, in specialmente quelli dell’intestino e del colon-retto. Perché ciò non accade per gli altri animali carnivori? Il colpevole, secondo gli studiosi, sarebbe proprio lo zucchero Neu5Gc, presente nella carne rossa. Sebbene gli esseri umani non possano sintetizzare tale molecola, ne sono state trovate tracce in alcuni tessuti neoplastici. L’equipe di ricercatori dell’Università di San Diego, in California, ha cercato di scoprire se, effettivamente, il suddetto zucchero sia il responsabile dell’insorgenza dei tumori. Sono stati esaminati tanti alimenti ma proprio nella carne rossa sono stati ravvisati livelli elevati dello zucchero Neu5Gc.

‘Naturalmente, una moderata quantità di carne rossa può essere una fonte di buona nutrizione nei giovani. Ci auguriamo che il nostro lavoro possa finalmente aprire la strada a nuove soluzioni’, ha scritto il ricercatore Ajit Varki in un comunicato stampa.

Join The Discussion

Questo sito usa Akismet per ridurre lo spam. Scopri come i tuoi dati vengono elaborati.