Adolf Hitler crudele e spietato per il Parkinson?

By | 21 agosto 2017

Adolf Hitler spietato e senza remore perché malato di Parkinson?E se Adolf Hitler fosse stato spietato e impietoso a causa del Parkinson? Sono decenni che molti esperti e studiosi avanzano tale teoria, imputando tra l’altro le scelte erronee del führer, in campo bellico, alla malattia neurodegenerativa. Ogni tanto c’è qualcuno che ripropone tale ricostruzione, che però è stata smentita da numerose associazioni dei malati di Parkinson. E’ stata quindi la tremenda patologia neurodegenerativa la causa della disfatta del leader del nazismo, durante la Seconda Guerra Mondiale? In base a una ricerca condotta un paio di anni fa, sarebbe stato proprio il morbo di Parkinson a influenzare alcune delle decisioni più importanti del dittatore, rendendolo anche sconsiderato e cinico. Non ci sarebbero altri motivi, dunque, alla base dell’insensibilità di Hitler, quell’inumanità che lo portò a massacrare tantissimi ebrei, e non solo.

Hitler aveva uno strano tremore alla mano sinistra

loading...

‘La possibilità che Hitler soffrisse di Parkinson è stata al centro di innumerevoli dibattiti’, aveva affermato lo studioso Raghav Gupta, a capo di un team di ricercatori presso l’Università di Pittsburgh. Filmati risalenti al periodo che va dal 1933 al 1945 dimostrano che il führer aveva seri problemi motori. La sua mano sinistra tremava in continuazione. Tali disturbi hanno portato molti ricercatori, nel mondo, ad interrogarsi sulle condizioni di salute di Adolf Hitler alla fine della sua vita. Sarebbe stato il Parkinson, secondo alcuni esperti, a portare Hitler ad attaccare prematuramente la Russia, nel 1941. La patologia, secondo loro, avrebbe giocato un ruolo fondamentale nelle scelte sbagliate del capo della Germania nazista. Attaccare la Russia prima della neutralizzazione della Gran Bretagna, scelta insensata, sarebbe stata dovuta alla malattia neurodegenerativa. Altri studi suggeriscono che la mancanza di rimorso e la crudeltà di Hitler sarebbero stati effetti del Parkinson. Alcuni autori avevano scritto al riguardo: ‘La disumanità di Hitler, la sua mancanza di simpatia e rimorso potrebbero essere stati causati dal suo disturbo, proprio quello che lo avrebbe portato ad ordinare azioni agghiaccianti, incommentabili, che tutti sanno’.

Quello che vogliono far intendere molti studiosi, in soldoni, è che Hitler scrisse una delle pagine più nere della storia perché malato, perché affetto dal morbo di Parkinson. Una persona in salute, secondo i ricercatori, non si sarebbe mai comportata così.

L’encefalite di Von Economo

In base a un’analisi del dottor John Murphy la causa del disturbo che colpì Hitler fu l’encefalite di Von Economo, ossia un rigonfiamento del cervello che può insorgere per un’infezione. Il füher probabilmente venne contagiato nel 1918, quando quell’infezione stroncò 50 milioni di persone.

La cattiveria di Adolf Hitler era connaturata o frutto del Parkinson? Nessuno potrà mai saperlo con certezza.

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *