Alfa Romeo Giulia: prezzo entry level 35.500 euro

By | 1 maggio 2016

Alfa Romeo Giulia si può ordinare dal 3 maggioAlfa Romeo cerca di risalire la china e conquistare nuove persone con la nuova Giulia, nome glorioso e noto agli amanti della celebre casa automobilistica italiana. Dal prossimo 3 maggio ci si potrà recare presso i concessionari Alfa Romeo per ordinare la Giulia

 

Chiunque ha in mente di ordinare la nuova Giulia deve sapere che può scegliere tra 5 allestimenti: Giulia, Super, Quadrifoglio, Business e Business Sport. La nuova berlina del Biscione è equipaggiata sia col propulsore 2.200 cc Turbodiesel che col potente V6 Biturbo a benzina. Entrambi i motori garantiscono prestazioni eccellenti. Ci siamo, dunque, dal prossimo 3 maggio ci si potrà recare nei concessionari Alfa Romeo per ordinare la splendida e potente Giulia. Il cambio automatico, inizialmente, sarà disponibile solo sulla versione alimentata a gasolio; a giugno, invece, arriverà anche su quella a benzina. Ricca la dotazione di serie presente sulla versione entry level, che comprende, tra l’altro, cerchi in lega da 16″ e Forward Collision Warning. L’allestimento Super, invece, è connotato da accessori ancor più interessanti e di qualità, come i sedili di pelle e tessuto e i cerchi da 17″. Ricordiamo che la Business e la Business Sport sono concepite per le aziende.

Chi ama la sportività pura e le grandi prestazioni deve sicuramente scegliere dalla Giulia Quadrifoglio. Gli alfisti sanno bene che la versione Quadrifoglio è quella più potente e sportiva.  Nei prossimi mesi Alfa Romeo presenterà altre motorizzazioni a benzina e diesel. Per portarsi a casa la Giulia ci vogliono almeno 35.500 euro (versione 2.2 Turbo Diesel); per un bolide come la 2.9 V6 Quadrifoglio bisogna sborsare 79.000 euro. E’ da tanto tempo che si parla della Giulia e molti ritengono che tale modello risolleverà le sorti del celebre brand automobilistico italiano. Riuscirà la Giulia a distrarre gli automobilisti dalle rivali Audi, BMW e Mercedes? Non sarà facile per Alfa Romeo a spuntarla sulle rivali tedesche, che comunque costano di più. La Giulia è un concentrato di soluzioni tecniche eccellenti e prestazioni eccezionali: un’auto che non teme confronti, neanche con vetture prodotte da BMW, Audi e Mercedes, storici competitors dell’azienda automobilistica italiana. Non teme duelli, certamente, la ‘bestiale’ Giulia Quadrifoglio, in grado di erogare fino a 500 CV: una vera bomba a quattro ruote. Tale vettura offre tutto quello che un automobilista, anche quello più capriccioso, può desiderare; basti ricordare che tale vettura è dotata di soluzioni come telecamera posteriore, sistema Active Aero Splitter e il Torque Vectoring.

Afa Romeo Giulia, è innegabile, simboleggia il ritorno della casa automobilistica italiana ai grandi livelli. Lo ha sottolineato anche Sergio Marchionne nel corso del Salone di Ginevra 2016. Il leader di FCA ha anche rivelato il motivo per cui il lancio della vettura è avvenuto in ritardo rispetto alle previsioni:

“Nessuno ha mai detto che sarebbe stato facile entrare in un segmento dominato da anni dai tedeschi. Ho preferito non avere l’imbarazzo di non avere problemi sull’auto. Quindi è stato un problema di maturità di componentistica. Bisogna produrla industrialmente con un adeguato livello di qualità”.

loading...

Chissà se la Giulia riscuoterà successo e le vendite saranno tali da stimolare il gruppo FCA a riportare Alfa Romeo in  Formula Uno?

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *