Animali

Alimenti per cani e gatti dannosi per l’ambiente

Ambiente rovinato da cibo per cani e gattiIl cibo per cani e gatti inquina l’ambiente. Questo, in sintesi, è risultato di una ricerca condotta in California da un’equipe di esperti. Gli alimenti che ognuno di noi dà ai cani e ai gatti favoriscono i cambiamenti climatici. Solamente negli States, i cibi per gli animali domestici a quattro zampe sono responsabili dell’immissione nell’atmosfera di 64 milioni di tonnellate di anidride carbonica. Emissioni analoghe a quelle provenienti da oltre 13 milioni e mezzo di vetture. Perché tutto ciò? Beh, i responsabili sarebbero gli alimenti a base di carne che, rispetto a quelli di origine vegetale, sono meno eco friendly. Per produrre cibi a base di carne viene sfruttata molta acqua, energia e terra, quindi vengono immessi nell’aria molti composti inquinanti.

Il preoccupante aumento degli animali domestici

I ricercatori americani hanno scoperto che negli Usa gli animali domestici mangiano molti alimenti di origine animale e ciò è un danno per l’ambiente. Cani e gatti americani consumano lo stesso quantitativo di cibi di un quinto della popolazione, perciò, secondo il team di ricerca, ‘non è più possibile escluderli dai calcoli’  relativi all’incidenza ambientale. Sembra inoltre che i cuccioli di cane e gatto consumino più prodotti di origine animale rispetto ai loro proprietari. Il problema va dunque affrontato perché il numero degli animali domestici è in costante aumento e, di conseguenza, anche quello degli alimenti di origine animale. Negli Usa si spende molta energia per produrre alimenti destinati agli amici a 4 zampe dell’uomo.

Il coordinatore dalla ricerca americana, Gregory Okin, ha dichiarato: ‘Molte persone cercano di ridurre il consumo di carne come scelta più sostenibile per l’ambiente ma pochi si chiedono quanto pesi sull’ambiente la carne usata per produrre alimenti per i migliori amici dell’uomo. Non sto consigliando di sbarazzarsi di cani e gatti, o di farli diventare vegetariani, ma dobbiamo considerare che oltre a produrre molti benefici, questi animali hanno anche un enorme impatto ambientale’. 

Allevare un cane danneggia ambiente come Suv

In passato, altri studiosi si erano concentrati sugli effetti ambientali dell’allevamento di cani e gatti. Due studiosi britannici, ad esempio, avevano scoperto che allevare un cane reca danni all’ambiente simili a quelli di un Suv. Robert e Brenda Vale, per questo, avevano affermato che, per il bene del pianeta, cani e gatti rappresentano un lusso che l’uomo non può più permettersi.

I ricercatori Vale, dopo un’attenta analisi, si erano resi conto che, ogni anno, un cane di taglia media consuma mediamente 164 kg di carne e 95 kg di cereali. Produrre tale quantitativo di cibo significa ‘polverizzare’ 0,84 ettari di suolo.

Join The Discussion

Questo sito usa Akismet per ridurre lo spam. Scopri come i tuoi dati vengono elaborati.