Allerta Norovirus in Europa: virus, diarrea e crampi

By | 10 dicembre 2017

E’ allerta Norovirus in Europa, un batterio che provoca malesseri fastidiosi, come diarrea, vomito e crampi. Il Norovirus, ogni anno, colpisce milioni di persone in tutto il mondo. Ogni persona ne sarà bersagliata almeno 5 volte nella sua vita. Il momento preferito dal batterio per aggredire è quando fa freddo, quindi da novembre ad aprile; comunque è possibile contrarlo in qualsiasi mese dell’anno. Non è difficile riconoscere il Norovirus. I tipici sintomi, oltre a quelli suddetti, sono mal di testa, febbre, spossatezza, brividi e dolori muscolari.

Prevenire è meglio che curare

In Italia fa freddo, così come in altre nazioni europee. E’ questo il momento dell’anno in cui tantissime persone finiscono a letto per il Norovirus. L’imperativo, dunque, è prevenire.

La priorità dovrebbe essere l’igiene, poiché il Norovirus si trasmette mediante il vomito o le feci di una persona infetta.

Medici ed esperti non si stancheranno mai di ricordare quanto l’igiene sia determinante per evitare infezioni e malanni. Bisogna lavare accuratamente le mani con acqua e sapone, specialmente dopo aver espletato i propri bisogni fisiologici in bagno e prima di cucinare.

Pulire la cucina

Pulire bene la casa e i piani cottura, dove generalmente si nascondono i germi. Gli alimenti, prima della cottura, dovrebbero essere lavati bene. Forse molti di voi avranno sentito spesso queste parole, eppure, ogni anno, tantissime persone si ammalano e trascorrono tanti giorni a letto. Se ci fosse più igiene, ci sarebbero meno malanni.

Pazienti devono bere molto e riposarsi

Chi viene colpito dal Norovirus deve immediatamente contattare il proprio medico. Generalmente, ai pazienti viene prescritto di bere molto per evitare la disidratazione e il riposo assoluto. Chi ha fame deve assumere cibi semplici, come pasta, pane e riso.

‘Sebbene sia conosciuto come il batterio dell’inverno, il norovirus può colpire in ogni momento dell’anno. L’unica cosa positiva è che, mentre impedisce alle cellule del rivestimento intestinale di assorbire i liquidi, provocando quindi la diarrea, non uccide tali cellule come fanno molte cause batteriche di gastroenterite, come la Salmonella o Shigella’, ha spiegato la dottoressa Sarah Brewer.

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

loading...