News

Melegatti allontana la crisi a suon di pandori: boom di vendite

Tutti in campo per salvare Melegatti, storia azienda veronese da tempo in crisi finanziaria. Grazie al fondo maltese e alle campagne lanciate sui social e nei supermarket, Melegatti ha riacceso i forni e venduto già oltre 1,5 milioni di pandori. Una bella soddisfazione per l’azienda messa in ginocchio dai debiti e a un passo dal crack. I rappresentanti della società si dovranno recare, nei prossimi mesi, in tribunale per la ristrutturazione del debito. Visto il grande successo ottenuto dalle campagne social per sostenere Melegatti, si replicherà anche a Pasqua con le colombe.

Ottima risposta della clientela

Ai microfoni de ‘Il Corriere del Veneto’, il nuovo direttore generale di Melegatti, Luca Quagini, ha detto: ‘La risposta dei clienti è stata ottima e l’obiettivo è stato centrato. E’ stato dimostrato che questo è un prodotto fantastico, dal marchio fortissimo’.

I forni Melegatti si erano riaccesi lo scorso mese, contro le previsioni disfattiste. L’azienda non solo è tornata a produrre alla grande ma ha anche prolungato di un giorno la produzione, il confezionamento e le consegne dei pandori.

Il direttore generale della gloriosa azienda veneta ha aggiunto che gli obiettivi vanno raggiunti ‘senza sforare’, ovvero senza avere invenduti nei magazzini.

Quagini è certo che il prossimo traguardo sarà il perseguimento dell’autorizzazione ‘per procedere con il piano di produzione per Pasqua. Una risposta che ci arriverà sicuramente prima della fine del 2017’.

Le voci della crisi

Questo 2017 si stava chiudendo non molto bene per la Melegatti. Nei mesi scorsi si erano rincorse voci di una forte crisi finanziaria, di debiti e di lavoratori e fornitori non pagati.

Lo scorso 9 novembre 2017 si è aperta la procedura di concordato in tribunale. Sono arrivati poi Quagini ed altri investitori per salvare la storica azienda di Verona, ed è stata lanciata una campagna social, rivelatasi vincente.

Melegatti non è ancora salva

Per la campagna di Natale sono stati investiti 6 milioni di euro, per quella di Pasqua ne verranno stanziati, probabilmente, 10 milioni. Bene, molto bene, anche se è presto per dire che Melegatti è fuori pericolo.

Join The Discussion

Questo sito usa Akismet per ridurre lo spam. Scopri come i tuoi dati vengono elaborati.