Anziana telefona ai carabinieri, perché si sente sola

By | 28 settembre 2017

Caso incredibile … ma vero, che arriva da La Spezia, ove una signora anziana telefona ai carabinieri, perché si sente sola!

Una telefonata insolita

Si, si avete capito bene, perché è proprio una cara dolce anziana quella che telefona ai carabinieri, perché si sente sola e ricerca un pò di compagnia, come candidamente confessa dalla cornetta del telefono al suo interlocutore: “Scusate, mi sentivo molto sola e volevo solo parlare un pochino con qualcuno …”.
Ebbene si, perché purtroppo il problema della solitudine degli anziani è un fenomeno molto serio e assolutamente reale ma purtroppo, troppo spesso sottovalutato.
Ma in questo caso, per la gioia della signora protagonista di questa storia, a farle compagnia ci hanno pensato i militari della compagnia di Sesta Godano, nella provincia di La Spezia! La dolcissima signora infatti, aveva solo bisogno di qualcuno con cui parlare … null’altro!

Il problema della solitudine degli anziani

Un caso quello di questa signora spezzina, che per quanto bizzarro non è isolato, perchè il problema della solitudine degli anziani è un fatto reale, assolutamente da non sottovalutare.
Lo stato di scoramento e di abbandono nel quale si ritrovano moltissimi anziani infatti è davvero preoccupante. Solo nei giorni scorsi ad esempio, la cronaca ha riportato un altro triste caso, che ha visto protagonista un vecchietto argentino che si è presentato in ospedale con una scusa, nel giorno del suo compleanno, perché si sentiva abbandonato e non voleva essere da solo a festeggiare questo giorno speciale.

Come vivere al meglio nella vecchiaia

Ma come è possibile vivere al meglio durante il periodo della vecchiaia della propria vita? E’ davvero possibile? Ebbene si, è possibile come rivela Derek Taylor, un brillante 90enne residente a Manchester, in Inghilterra, che dopo aver subito la perdita della compagna e della sorella, nel giro di pochissimo tempo, ha redatto una lista di “cose” da fare, per vivere al meglio durante il periodo della vecchiaia, anche qualora ci si ritrovi senza alcun familiare al proprio fianco! Una preziosa lista, che tra le altre cose riporta:

  • imparare ad utilizzare il computer presso la biblioteca del proprio paese o quartiere;
  • utilizzare il telefono per chiamare le persone, senza aspettare che prima siano loro a chiamare;
  • chiamare e incontrare gli amici che non si vedono da tanto tempo;
  • fare amicizia con i propri vicini di casa;
  • fare opere di volontariato;
  • coltivare un passatempo, iscrivendosi ad un centro ricreativo o ad una palestra.

Una lista, che Derek Taylor ha redatto, dopo aver capito di dover reagire a qualsiasi avversità della vita!
Una lista che egli ha voluto condividere con gli impiegati del “Manchester City Council”, che colpiti dal suo lavoro, hanno deciso di inserirla in un opuscolo per sensibilizzare le persone, proprio sul problema della solitudine degli anziani.

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *