Broccoli toccasana per i diabetici: glicemia cala

By | 26 giugno 2017

Broccoli alleati contro il diabeteBella notizia per chi è affetto da diabete di tipo 2. Sembra che i germogli di broccoli rappresentino un vero elisir contro il diabete di tipo 2, aiutando a mantenere basso il livello della glicemia. I broccoli, dunque, si rivelano fondamentali non solo per depurare l’organismo ma anche per contrastare il diabete. La scoperta è stata fatta da alcuni ricercatori, dopo aver esaminato 3.800 sostanze presenti nei medicinali che solitamente assumono i diabetici. Ebbene, sembra che uno dei composti sia proprio il sulforato, presente anche nei broccoli. L’interessante studio è stato pubblicato sul magazine Science translational medicine. Tale ortaggio, dunque, ostacola la produzione di glucosio e tiene alla larga la glicemia. I diabetici dovrebbero dunque mangiare più broccoli?

Sulforato: valido alleato dei diabetici

Dopo aver esaminato attentamente 97 pazienti, divisi in due gruppi (ad uno è stato somministrato sulforato, all’altro un placebo), i ricercatori hanno accertato che il sulforato non solo ostacola la produzione di glucosio da cellule epatiche ma attenua anche quella proveniente dagli enzimi. Lo studio ha permesso di scoprire anche che il composto presente nei broccoli ha effetti simili alla metformina, medicinale solitamente somministrato ai diabetici che, però, potrebbe danneggiare il fegato. Sembra che il 30% dei pazienti che assumono tale medicinale accusi sintomi come diarrea, nausea e dolori addominali. C’è chi non riesce assolutamente a tollerare gli effetti collaterali della metformina, quindi è costretto a non assumere più tale farmaco.

La ricerca svolta recentemente necessita, ovviamente, di conferme. Va sottolineato, comunque, che il sulforato è un alleato dei diabetici. In futuro, probabilmente, sarà l’alleato numero uno degli oltre 300 milioni di soggetti che soffrono di diabete di tipo 2, ovvero quello alimentare. E’ presto giungere ad affrettate conclusione ma, nel dubbio, i diabetici dovrebbero assumere più broccoli, anche perché fanno veramente bene alla salute. Tra le numerose virtù di tali ortaggi c’è la depurazione dell’organismo dalle tossine. Senza contare che i broccoli aiutano a contrastare l’invecchiamento cellulare e rafforzare le difese immunitarie. Esperti e nutrizionisti hanno spesso sottolineato che i broccoli fanno bene alla salute per il sulforato e i fitoestrogeni. Questi ultimi altro non sono che molecole non steroidee che difendono l’organismo da numerose malattie.

Perché mangiare più broccoli?

Mangiare broccoli significa combattere il diabete di tipo 2 a tavola? Sì, secondo un recente studio. Mangiare tali ortaggi, comunque, significa anche contrastare i radicali liberi, ovvero scorie che derivano dalle nostre cellule che favoriscono l’invecchiamento fisico e mentale. Chi vuole restare giovane e combattere l’invecchiamento, dunque, dovrebbe mangiare più spesso i broccoli, ortaggi che rendono vitali i mitocondri, dei piccoli produttori di energia che, purtroppo, col passar del tempo diventano più lenti e poco attivi.

Broccoli per incamerare anche sostanze fondamentali e benefiche come gli antiossidanti (ad es. sulforani e flavoni) e ‘rinnovare’ così i tessuti. Sarebbero proprio i sulforani a ripulire le cellule dalle tossine dei fumatori o di soggetti che vivono in aree molto inquinate.

loading...

Esiste più di un motivo per mangiare i broccoli. Forse pochi sanno che tali ortaggi contengono più vitamina C delle arance, dunque fondamentali, specialmente in inverno, per tenere alla larga raffreddori e influenze. Non solo: tali ortaggi sono delle vere ‘sorgenti’ di ferro, magnesio, potassio e fosforo.

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *