Il caffè è un toccasana per il cuore e riduce il rischio tumori

By | 30 ottobre 2017

Caffè rimedio contro infarti e tumoriBere 4-5 tazzine al giorno di caffè non può che fare bene. Non sono i caffeinomani che lo dicono ma la scienza. Negli ultimi anni sono stati condotti molti studi che hanno dimostrato le proprietà benefiche della celebre bevanda nera. 4 o 5 tazzine al giorno di caffè non solo non fanno male ma allontanano le patologie cardiovascolari e i tumori. Venerdì e sabato scorsi, a Torino, presso il Centro congressi dell’Unione industriale hanno parlato di caffè e dei suoi benefici tanti esperti italiani ed internazionali. Oggetto del summit è stato la prevenzione, ovvero i modi per far ammalare meno le persone. Gli esperti hanno affermato che negli ultimi 30 anni è calato il numero di persone morte per le patologie cardiovascolari. Ciò è dipeso dalla maggiore consapevolezza di quello che fa bene al cuore e, più in generale, al corpo umano. Tra gli alimenti e le bevande che rappresentano una vera panacea per il cuore c’è indubbiamente il caffè.

Fa bene anche quello decaffeinato

‘Tre lavori, una metanalisi (tecnica clinico-statistica che genera un unico dato conclusivo da più studi su uno stesso argomento) e due importanti ricerche hanno dimostrato gli effetti positivi del caffè indipendentemente dalla caffeina. Quattro o cinque tazzine di caffè al giorno, anche decaffeinato, riducono la mortalità cardiovascolare anche in follow-up che vanno da 10 a 18 anni. A lungo termine, bere caffè ha un effetto positivo. La ricerca condotta negli Stati Uniti rileva che anche la mortalità per tumore viene significativamente ridotta. Il risultato non è legato alla presenza di caffeina ma alle sostanze antiossidanti che sono contenute nel chicco di caffè. Il chicco di caffè è la sostanza con più antiossidanti esistente in natura’, ha chiosato Sebastiano Marra, direttore del Dipartimento cardiovascolare del Maria Pia Hospital di Torino.

Recenti studi condotti nel mondo hanno dimostrato che il benessere arrecato al cuore dal caffè è superiore se si bevono almeno due tazzine al giorno.

Veronica Setiawan, professoressa associata di medicina preventiva presso l’University of Southern California e coautrice di uno studio incentrato sul caffè e i suoi effetti sull’organismo umano, aveva detto di aver scoperto che i bevitori di caffè rischiano meno infarti, ictus, diabete, malattie renali e tumori.

Il caffè non danneggia la salute

Invita a non cadere in facili entusiasmi, invece, Naveed Sattar, professore di medicina metabolica presso l’università di Glasgow, in Scozia. L’esperto sostiene che il benessere non è necessariamente apportato solo dal caffè. Potrebbero esserci altri fattori, come lo stile di vita corretto, a non far ammalare le persone. Il caffè, dunque, potrebbe essere una concausa. Secondo Sattar, insomma, dovranno essere svolti altri studi per dimostrare il collegamento tra caffè e riduzione del rischio di determinate patologie.

‘Non consiglierei mai a nessuno di correre al bar per bere un sacco di caffè, ma penso che, in base alle recenti risultanze scientifiche, bere caffè non danneggia certamente la salute; anzi può essere parte di una dieta sana’, ha spiegato lo studioso Gunter.

Sebbene non ci siano ancora prove certe sulla correlazione tra caffè e benefici sulla salute, molti studi hanno scoperto che tale bevanda non fa certo male alla salute. Il consiglio, in attesa di altre ricerche, dunque è: bere caffè con moderazione.

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *