Concorso presidi 2017: 35mila domande, Campania in prima fila

By | 30 dicembre 2017

Concorso 2017 presidi FedeliTutti vogliono diventare preside in Italia. Il concorso bandito dal Ministero dell’Istruzione lo scorso novembre è stato molto gradito da chi sogna di diventare dirigente scolastico. Erano 6 anni che il Ministero non bandiva un concorso per l’assunzione di presidi. Proprio ieri, 29 dicembre 2017, è scaduto il termine per l’iscrizione al concorso. Sono state oltre 35mila le domande presentate. Un vero record. Il 70,7% delle domande è stato inviato dalle donne; il 29,3% dagli uomini.

2.425 posti a bando

Professione dirigente scolastico. Il sogno diventerà realtà per molti italiani. La maggior parte delle domande per partecipare al concorso proviene dalla Campania, dalla Sicilia, dal Lazio, dalla Puglia e dalla Lombardia.

Saranno 15 le persone che risiedono all’estero a sostenere la prova preselettiva nel Lazio.

Oltre 35mila domande per 2.425 posti a bando. 9 vincitori di concorso andranno a svolgere la loro professione nelle scuole di lingua slovena o bilingue ubicate in Friuli Venezia Giulia.

Riferendosi al concorso per diventare presidente, la ministra Valeria Fedeli ha detto: ‘Si tratta di un concorso atteso e molto diverso dal passato, che darà una risposta effettiva al problema delle reggenze’.

Concorso dirigenti scolastici: requisiti

Prima di inviare la domanda per partecipare al concorso pubblico per diventare preside, molti insegnanti si sono posti tante domande, del tipo ‘si deve essere di ruolo?’ oppure ‘quanti anni di insegnamento sono richiesti?’.

Ecco l’elenco dei requisiti necessari per la presentazione della domanda:

  • superamento dell’anno di prova
  • assunzione a tempo indeterminato
  • possesso del diploma di laurea magistrale, specialistica o laurea ottenuta in base al precedente ordinamento, di diploma accademico di secondo livello conseguito presso istituzioni dell’alta formazione artistica, musicale e coreutica o di diploma accademico di vecchio ordinamento unito al diploma di istituto secondario superiore
  • aver svolto la professione di insegnante per almeno 5 anni nelle strutture scolastiche ed educative italiane

Per raggiungere il requisito dei 5 anni di insegnamento si possono conteggiare anche gli anni di precariato.

 

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

This site uses Akismet to reduce spam. Learn how your comment data is processed.