Internet

Crea app a 9 anni: Anvitha Vijay stupisce anche Tim Cook

Apple è in costante ricerca di giovani e talentuosi programmatori per migliorarsi e per realizzare prodotti sempre al top. In occasione della Conferenza degli sviluppatori a San Francisco, evento promosso da Apple a cui hanno preso parte 350 studenti provenienti da diverse nazioni del mondo, non è passata inosservata Anvitha Vijay, una ragazzina di soli 9 anni che viene dall’Australia ma è originaria dell’India. Durante la Conferenza, lo stesso Tim Cook ha elogiato la giovane programmatrice. Anvitha ama moltissimo la programmazione ed auspica che la sua passione possa, in futuro, diventare una professione:

Ho iniziato a seguire su YouTube dei tutorial sulla creazione di app ed è così che è nata Smartkins Animals, un’app che permette ai bambini di imparare i nomi degli animali. L’avevo pensata appositamente per la mia sorellina minore”.

La giovane Vijay ha sfruttato l’account della madre per caricare la sua app sull’App Store, visto che per compiere tale operazione bisogna avere almeno 13 anni. Il frutto del genio della ragazzina è stato apprezzato molto dallo staff di Cupertino, specialmente dal CEO Tim Cook. Riferendosi a quest’ultimo, Anvitha ha detto:

“E’ una persona simpatica e gentile, è stato un piacere conoscerlo ed un onore essere qui in mezzo a tanta gente. Questo però è solo l’inizio, c’è ancora tanto da imparare”.

La ragazzina australiana sta già lavorando alla sua seconda applicazione, denominata GoalsHi, che consentirà agli studenti di perfezionare le loro performance scolastiche. Anvitha è una giovane sveglia e promettente: se continua così, diventerà sicuramente una grande programmatrice e, magari, entrerà a far parte del team Apple. Nulla è da escludere in questa vita. Mai nessuno finora, a 9 anni, aveva partecipato alla Conferenza degli sviluppatori, a San Francisco. Anvitha ci è riuscita ed è felice. La minore ha anche detto di essere felice per aver conosciuto molte persone. Come ha fatto la ragazzina a creare la sua app? Usando Xcode, un programma di Apple per la creazione di applicazioni mobili, e visualizzando qualche centinaio di download. Per la realizzazione di GoalsHi, invece, Anvitha sta usando un linguaggio di programmazione più complicato, Swift di Apple. La bimba, inoltre, non vede l’ora di provare Swift Playgrounds, una nuova e semplice versione del software che Apple ha presentato al WWDC.

Nel corso della conferenza degli sviluppatori, la Vijay è stata intervistata da molti giornalisti, proprio come tutti i professionisti presenti all’evento. La ragazzina ha anche dato il suo biglietto da visita a molte persone, su cui compaiono il suo nome e le seguenti parole:

“Io voglio fare la differenza nella vita delle persone attraverso la tecnologia”.

Anvitha Vijay spera di diventare una donna che creerà importanti prodotti che faciliteranno la vita delle persone. I presupposti ci sono. La ragazzina non deve mollare mai. La Conferenza degli sviluppatori, quest’anno, non è stata dominata dagli iPhone e dagli iPad ma dalle app. Un tempo il protagonista della Conferenza di San Francesco era il Mac; poi tutta l’attenzione si è spostata su iPhone ed iPad. Oggi le vere protagoniste dell’evento organizzato dalla Apple sono le applicazioni.

Join The Discussion

Questo sito usa Akismet per ridurre lo spam. Scopri come i tuoi dati vengono elaborati.