News

Cristina Parodi frecciata alla Lega: Salvini ne chiede il licenziamento

I commenti della giornalista Rai non sono piaciuti al partito leghista. Per questo dopo essersi alzato un vespaio alcuni parlamentari hanno sottoscritto una nota secondo cui «Se Cristina Parodi è tanto delusa dalla politica italiana scenda in campo. E, soprattutto, lasci la Rai. Con le sue offese a Matteo Salvini, la giornalista e moglie del sindaco Pd di Bergamo, Giorgio Gori, ha utilizzato il servizio pubblico radio-televisivo a proprio uso e consumo, facendo propaganda politica alla faccia del pluralismo informativo e ciò non è giustificabile. Ne chiederemo conto in Commissione di Vigilanza Rai con un’interrogazione».

Cosa ha detto Cristina Parodi

Ma cosa è accaduto davvero? Qualche sera fa, in occasione del programma radiofonico I Lunatici in onda su Rai Radio2, la giornalista si era lasciata andare ad una dichiarazione politica non molto sottintesa bensì esplicita: «A cosa è dovuta l’ascesa di Salvini? All’arrabbiatura della gente. Al fatto che probabilmente non è stato fatto molto di quello che era stato promesso di fare. È dovuta alla paura e anche all’ignoranza. Mi fa paura vedere un tipo di politica che è basata sulla divisione, sui muri da erigere. Vorrei una politica che andasse incontro ai più deboli e che aiutasse questo Paese a risollevarsi in un altro modo».

La reazione di Salvini alle parole della Parodi

Nella mattinata di oggi Matteo Salvini ha chiarito cosa pensa della questione ai microfoni di Radio Radicale: «Leggevo che alcuni parlamentari della Lega hanno attaccato Cristina Parodi per le parole poco carine nei miei confronti, ha detto che il successo della Lega è dovuto all’ignoranza. Ma io li chiamerò e dirò di passare sopra, lasciamo che siano gli altri a fare polemiche, noi dobbiamo pensare a lavorare, poi gli elettori ci giudicheranno».

Join The Discussion

Questo sito usa Akismet per ridurre lo spam. Scopri come i tuoi dati vengono elaborati.