Casa e Ambiente

Etna, allarme tsunami: il vulcano scivola sul mare

Uno sciagura potrebbe distruggere la Sicilia, una parte dell’Etna infatti scivola lentamente verso il mare. Un movimento improvviso potrebbe causare uno tsunami, lo sostengono i ricercatori tedeschi che hanno registrato lo spostamento, quantificando che è di 4 cm ogni 8 giorni.

Etna scivola verso il mare, cosa significa?

Gli scienziati tedeschi del GEOMAR Helmholtz Centre for Ocean Research (Kiel) stanno studiando il vulcano Etna e i suoi movimenti e si sono concentrati soprattutto sul fianco subacqueo sud-orientale. Durante il monitoraggio hanno osservato un abbassamento verso il mare di circa 4 cm in appena 8 giorni. Gli esperti dunque sostengono che una rapida discesa del vulcano potrebbe causare uno tsunami devastante per la Sicilia.

La Sicilia è in pericolo?

L’Etna è uno dei vulcani più monitorati in Europa dagli scienziati perché è il più attivo. In questo periodo le misurazioni hanno fatto emergere quanto sta accadendo sul fianco sud-orientale anche con il supporto dei dispositivi tecnologici satellitari, c’è da dire che il fenomeno interessa solo questo lato del vulcano, il resto dell’Etna è stabile. Purtroppo gli esperti non riescono a fare queste previsioni, si limitano a studiare in maniera approfondita il fenomeno che è sconosciuto per il vulcano. Le misurazioni utilizzate al momento non consentono però di analizzare cosa succede sott’acqua e quali potrebbero essere gli effetti del movimento.

Gli scienziati tedeschi hanno ipotizzato solo che se il fianco sud-orientale dell’Etna dovesse scivolare all’improvviso nel mare potrebbe scatenare uno tsunami. I risultati ottenuti suggeriscono che la forza trainante verso il mare sia la gravità, il magma che ascende copioso dal vulcano non ha alcuna responsabilità. Si attendono i risultati delle nuove analisi.

Join The Discussion

Questo sito usa Akismet per ridurre lo spam. Scopri come i tuoi dati vengono elaborati.