Roma, diabetica non ha certificato di idoneità al volo: niente imbarco

By | 13 dicembre 2014

Una donna affetta da diabete doveva recarsi a San Pietroburgo in aereo, assieme al marito, ma mai avrebbe immaginato di dover rinunciare alla partenza per un motivo insolito: la mancanza del certificato di idoneità al volo.

E’ successo all’aeroporto di Roma Fiumicino. Il comandante ha impedito alla coppia di imbarcarsi perché la donna non era in possesso del certificato relativo all’idoneità al volo. Stefano Valentini, marito della donna diabetica, ha reso noto che il volo era stato prenotato 5 mesi prima ed erano state rispettate tutte le norme di sicurezza. La donna era in possesso anche del certificato medico per il trasporto dei medicinali.

Il comandante, però, si è impuntato ed ha pretesto il suddetto attestato. Il giorno dopo la coppia è partita senza nessun problema.

Egidio Archero, presidente dell’Associazione italiana diabetici (Fand), è furioso: “E’ una situazione che ha dell’incredibile alle soglie del 2015″.

loading...

Archero vuole che si faccia chiarezza sulla vicenda e che vengano individuate le eventuali responsabilità. “E’ fuori da ogni norma e logica che si possa oggi impedire l’imbarco di una persona con diabete per mancanza della certificazione di idoneità al volo, come sarebbe stato preteso dal comandante dell’aeromobile”, ha aggiunto il presidente del Fand.

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *