Curiosità

Dismorfia da Snapchat, boom di interventi chirurgici

In passato gli interventi di chirurgia estetica riguardavano la correzione di difetti del viso, oppure c’era chi voleva regalarsi un seno perfetto e a prova di gravità. Oggi le cose sono cambiate e tra le richieste più assurde c’è la dismorfia da Snapchat.

Chirurgia estetica e malattia del selfie

Il selfie perfetto ormai è una vera e propria malattia, ecco perché sono aumentate le richieste di interventi di chirurgia estetica per somigliare alle foto scattate con lo smartphone. Quante volte siamo andati dal parrucchiere e abbiamo presentato una foto con il taglio di capelli desiderato, adesso si fa lo stesso dal chirurgo estetico. I pazienti fanno vedere alcuni autoscatti modificati con Snapchat o Facetune e gli esperti sostengono che questo sia un fenomeno psicologico a cui hanno anche dato un nome: dismorfia da Snapchat.

Cos’è la dismorfia da Snapchat

Il dottor Neelam Vashi che dirige il centro Cosmetico e Laser di Boston, ha detto che si tratta di un vero e proprio fenomeno che sta emergendo. La gente si rivolge a lui perché vuole sottoporsi ad un intervento per apparire migliori, come nelle foto delle app. Snapchat e altre app simili hanno diversi filtri che modificano l’aspetto della pelle, per esempio la levigano a tal punto da eliminare tutte le imperfezioni, altri filtri cambiano il colore degli occhi oppure la forma del viso. Ormai non c’è più bisogno di programmi costosi per il foto-ritocco, sono necessari pochi click.

Il termine dismorfia da Snapchat deriva da dismorfofobia o disturbo dismorfico del corpo, i soggetti che soffrono di questa condizione sono ossessionati dai difetti fisici, molte volte non sono nemmeno visibili. Il 55% dei chirurghi plastici hanno raccontato che molti dei loro pazienti desiderano essere belli come nei selfie.

Perdita di contatto con la realtà

I selfie pubblicati sui social media spesso nascondono altre patologie, come problemi di autostima. Diversi studi infatti dimostrano che le adolescenti che condividono le immagini modificati sono insoddisfatte del proprio corpo. Le app come Snapchat stanno facendo perdere il contatto con la realtà, lo standard di bellezza del selfie non è replicabile con il mondo reale. Siamo destinati a vivere in un mondo di cloni con gli occhioni grandi, la pelle liscia come le bambole di porcellana, e le gote rosa come i boccioli appena spuntati.

Join The Discussion

Questo sito usa Akismet per ridurre lo spam. Scopri come i tuoi dati vengono elaborati.