Politica

Elezioni nelle Maldive: favorito battuto dall’opposizione

Le elezioni nelle Maldive hanno avuto un risultato inaspettato. Il risultato del voto di domenica ha portato, infatti, a un risultato contrario alle aspettative: il presidente uscente Abdulla Yameen, è stato battuto dal leader dell’opposizione Mohamed Solih. Il candidato dell’opposizione è riuscito a servirsi delle voci che vedevano il presidente uscente voler instaurare un regime totalitario; il risultato di domenica ha visto l’opposizione ottenere più del 58% dei voti totali.

Risultato delle elezioni nelle Maldive contrario alle aspettative

I sondaggi avevano già mostrato la possibilità di una sconfitta alle elezioni di Abdulla Yameen, il terzo presidente nella storia delle Maldive. Le elezioni hanno confermato l’andamento, nonostante si credesse che Yameen potesse essere comunque rieletto.

Tantissime sono state le influenze nelle votazioni: il presidente uscente, appoggiato dalla Cina, avrebbe acquisito – secondo molti – tendenze autoritarie che hanno portato il popolo a votare il leader dell’opposizione, Mohamed Solih. 

Abdulla Yameen riconosce la sconfitta nelle elezioni

La sconfitta da parte di Abdulla Yameen è stata accettata e riconosciuta dal presidente uscente, che si è servito di una conferenza stampa, lunedì, per accettare il risultato delle elezioni.

«Accetto i risultati di ieri. Prima mi sono incontrato con Ibrahim Mohamed Solih, che gli elettori delle Maldive hanno scelto come loro prossimo presidente. Mi sono congratulato con lui». ha dichiarato Yameen, il cui lasciapassare consentirà a Solih di governare nel paese democratico senza scontri o accuse.

Solih il quarto presidente delle Maldive

A seguito delle elezioni nelle Maldive, Ibrahim Mohamed Solih è diventato il quarto presidente di sempre delle Maldive da quando il paese è diventato democratico. Il paese ha avuto transizione democratica soltanto nel 2008, dopo anni di regimi monarchici e autoritari.

Solih è stato sostenuto dall’opposizione che aveva trovato, in lui, il candidato adatto a sovvertire il potere di Abdulla Yameen. Il governo del nuovo presidente non sarà facile, date le influenze di India e Cina nel paese.

Join The Discussion

Questo sito usa Akismet per ridurre lo spam. Scopri come i tuoi dati vengono elaborati.