Fabio Volo ammonisce Silvio Berlusconi sullo Ius soli, ex premier non ribatte

By | 29 novembre 2017

Si è parlato molto dell’intervista rilasciata giorni fa, da Silvio Berlusconi, a ‘Che tempo che fa’, programma Rai condotto da Fabio Fazio. L’ex premier ha parlato anche di Ius soli ed ha associato i figli degli extracomunitari ai simpatizzanti dello Stato Islamico. Ecco, tale equiparazione non è proprio piaciuta a Fabio Volo, scrittore e conduttore, da tempo presenza fissa nella trasmissione di Fazio. Volo, al termine dell’intervista rilasciata dal Cavaliere, si è precipitato nel camerino di quest’ultimo ed ha espresso il suo punto di vista in tema di Ius soli, invitando il leader di Forza Italia a riflettere.

Silvio Berlusconi loda Fabio Volo

‘Mi parlano bene di lei in Mondadori’, ha esordito Berlusconi quando ha visto Fabio Volo nel suo camerino. Lo scrittore, comunque, non si era recato da Berlusconi per parlare di libri e best seller ma per esprimere il suo dissenso riguardo all’associazione tra figli dei migranti e affiliati all’Isis.

Fabio Volo non ha certo bisogno delle lodi di Berlusconi. Di riconoscimenti, finora, ne ha ricevuti molti perché è molto abile ed intelligente. Fabio è forte sia nel campo della letteratura che in quello della tv, del cinema e della radio.

Berlusconi si è complimentato con Volo per il successo che sta riscuotendo il suo ultimo volume. Fabio, però, è voluto subito andare al sodo, chiedendo al leader di Forza Italia di cambiare visione riguardo allo Ius soli.

Fabio Volo: ‘Deve allargare le teste delle persone’

‘Non è una cosa figa quella che ha detto… Lei potrebbe trascinare la parte di italiani più restia a capire che la sofferenza dei bambini non è un tema di trattativa. Lei deve allargare le teste delle persone, non stringerle’.

Silenzio assenso dell’ex premier?

Sembra che Berlusconi, dopo aver ascoltato attentamente il monologo di Fabio Volo, si sia accomiatato senza proferire parole. Un silenzio assenso?

Durante l’intervista rilasciata a ‘Che tempo che fa’, Silvio Berlusconi aveva detto che non si può conferire la cittadinanza a certi extracomunitari solo perché ‘hanno frequentato un ciclo scolastico’.

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *