Imu e Tasi, Cgia di Mestre prevede aumento: ennesima stangata?

0

E’ probabile che Imu e Tasi aumenteranno nei prossimi mesi. Lo ipotizza la Cgia di Mestre, che ha condotto una ricerca in merito. Oltre il 50% dei sindaci che hanno già deliberato le aliquote Imu e Tasi per il 2015, ha previsto un aumento.

“Si tratta per lo più di ritocchi che interessano un numero di contribuenti relativamente modesto. Tuttavia il trend è orientato verso un appesantimento del carico fiscale sugli immobili“, dichiara la Cgia.

Il segretario della Cgia di Mestre, Giuseppe Bertolussi ha precisato che “a fronte di 1,5 miliardi di euro di mancati trasferimenti previsti per quest’anno per assicurare i medesimi livelli dei servizi ai propri concittadini, la maggioranza dei sindaci sottoposti a questa analisi ha deciso di ritoccare all’insù le aliquote o di ridurre le detrazioni dell’Imu e/o della Tasi. E a rendere ancor più delicata la situazione segnalo che nel 2015 i Comuni non disporranno di 625 milioni di euro. Risorse stanziate a favore delle Amministrazioni comunali solo per il 2014 che, nelle iniziali intenzioni del legislatore, dovevano servire a ridurre il peso della Tasi sulla prima casa. Tra i tagli e il venir meno di queste preziose risorse, che nel 2014 sono servite ad abbattere il peso della Tasi sulla prima casa, per l’anno in corso mancheranno nelle casse dei comuni , in parte, saranno coperti dai cittadini attraverso un inasprimento della tassazione sugli immobili”.

Come al solito, a rimetterci sono sempre i cittadini.

Piperina e Curcuma in OFFERTA, Pagamento alla consegna GRATIS

LEAVE A REPLY

Please enter your comment!
Please enter your name here

Questo sito usa Akismet per ridurre lo spam. Scopri come i tuoi dati vengono elaborati.