La misteriosa malattia collegata all’abuso di marijuana

By | 7 dicembre 2017

Chi fuma sempre marijuana può andare incontro alla sindrome da iperemesi dai cannabinoidi. Lo sa bene una 23enne che ha lamentato diverse volte, nell’arco di un mese, vomito, nausea e forti dolori addominali. La giovane dice che non beve alcol ma fuma spesso marijuana. Nel tentativo di alleviare i fastidiosi sintomi, la 23enne si sarebbe messa a fumare più marijuana, constatando solo un aumento dei fastidiosi sintomi. Solo una doccia o un bagno caldo, secondo la paziente, servono a lenire lievemente i disturbi. Gli specialisti non hanno impiegato molto a capire che la ragazza dipendente dalla marijuana è affetta da una malattia rara.

Malattia rara descritta per la prima volta nel 2004

La sindrome da iperemesi dei cannabinoidi è stata descritta per la prima volta nel 2004 in Australia. Chi ne è affetto accusa spesso nausea e vomito.

Gli esperti ritengono che la suddetta malattia rara sia collegata all’abuso continuato di marijuana.

Sempre più persone, negli ultimi anni, si recano negli ospedali lamentando sintomi tipici della rara, e per certi versi, misteriosa malattia correlata all’abuso di marijuana. Si è registrata un’escalation di ricoveri specialmente nei Paesi dove la cannabis è legale.

Medici allibiti

I sintomi sono sempre gli stessi (vomito, nausea e dolori addominali) ma i medici restano spesso sconcertati quando si trovano davanti ai pazienti con tale problema.

La maggioranza degli esperti concorda che la sindrome da iperemesi dei cannabinoidi sia collegata all’abuso di marijuana. Un abuso che tra l’altro si protrae da diversi anni. I pazienti dicono che l’unico modo per mitigare i disturbi è un bagno o una doccia calda.

Perché gli effetti spiacevoli della misteriosa malattia correlata all’abuso di marijuana vengono ‘smorzati’ con una doccia calda? La circostanza, comunque, può essere utile ai medici per fare una diagnosi corretta.

Ma la cannabis non serviva a ridurre la nausea?

Tutto ciò sorprende non poco perché in molti Stati la cannabis è prescritta per ridurre la nausea. Negli Stati che hanno legalizzato la marijuana terapeutica spesso i medici prescrivono la cannabis per  ridurre la nausea. C’è un paradosso dunque, un paradosso rilevante.

Finora i medici non sono stati in grado di scoprire la causa della sindrome da iperemesi dei cannabinoidi; si sono resi conto, però, che l’astensione dalla cannabis aiuta i pazienti a smettere di vomitare.

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *