Lazio: roghi tossici, 57 sono gli indagati e 25 i tir confiscati

0

Nel Lazio sono 57 gli indagati a termine dell’operazione Tellus, intenta a sconfiggere il fenomeno dei roghi tossici. La procura di Roma ha disposto anche il fermo per ben 25 tir.

Il fenomeno dei roghi tossici nel Lazio

Il fenomeno dei roghi tossici nel Lazio è molto diffuso e proprio per questo motivo che è nata l’operazione Tellus, intenta a contrastare questo tipo di evento, con stampo criminale. Il gip del Tribunale di Roma ha emesso ordinanze restrittive per ben 57 indagati e chiesto il sequestro di 25 tir.

Le 57 persone indagate sono state accusate per reati di vario tipo, come associazione per delinquere finalizzata al riciclaggio e ricettazione di veicoli, simulazione di reato, traffico illecito di rifiuti e, infine, per truffa in danno delle assicurazioni.

Le ordinanze emesse dal gip di Roma

Le ordinanze emesse dal gip di Roma prevedono 6 custodie cautelari in carcere e 9 arresti domiciliari, 12 divieti di dimora sul territorio laziale e 3 obblighi di firma in caserma. I 25 autocarri sono stati preventivamente sequestrati per il sospetto di essere utilizzati per il trasporto dei rifiuti. Inoltre, gli agenti dell forze dell’ordine hanno confiscato anche un impianto atto alla demolizione dei rifiuti.

La Direzione Distrettuale Antimafia, come riportato su TgCom24.it, ha partecipato all’operazione Tellus, durante la quale i 57 indagati sono stati pedinati e controllati. I roghi tossici erano gestiti da alcuni titolari di aziende di recupero e nomadi. Una donna, invece, ha ucciso suo marito a seguito di una lite familiare mentre in Iran un Boeing 707 si è schiantato al suolo causando molti morti.

Piperina e Curcuma in OFFERTA, Pagamento alla consegna GRATIS

LEAVE A REPLY

Please enter your comment!
Please enter your name here

Questo sito usa Akismet per ridurre lo spam. Scopri come i tuoi dati vengono elaborati.