Mangi le unghie? Ecco i 7 motivi per cui non dovresti farlo

By | 20 novembre 2017

‘Ehi, ho dei problemi e non possono venire con voi’. Se non volete inviare un messaggio del genere ai vostri amici, forse è meglio abbandonare la pessima abitudine di mangiarsi le unghie. In base a uno studio americano, tale mania può essere un sintomo di squilibrio emotivo. L’onicofagia, secondo gli esperti, è rivelatrice di ansia, stress o problemi emotivi, ed è spesso associata ad atteggiamenti simili, come mordere le labbra, fumare o masticare le matite. Chi si mangia le unghie tende dapprima a portare le mani sul viso e poi le avvicina alla bocca. Chi si mette spesso le dita in bocca per mangiarsi le unghie molto probabilmente è sotto stress, almeno stando a quanto ha riferito un gruppo di ricercatori americani. L’onicofagia è un sintomo diffuso dello stress e sarebbe bene valutarlo accuratamente, preferibilmente insieme a un medico. Adam Friedman, professore associato di dermatologia presso la George Washington University, ha spiegato che mangiare le unghie può anche causare gravi problemi di salute.

L’elenco dei  rischi derivanti dall’onicofagia

Chi vuole allontanare il vizio di mangiarsi le unghie ha 7 validi motivi in più. Ecco la lista delle ragioni per cui bisogna assolutamente dimenticare tale mania:

  • Gravi infezioni – Mangiare un pezzo troppo grande di unghia può lasciare scoperta la pelle delicata, che può essere colpita dai tanti batteri o dagli agenti patogeni in bocca. ‘Tutte le nostre bocche sono piene di batteri, quindi puoi facilmente infettarti’, afferma lo studioso Friedman. Una delle più diffuse infezioni è la paronichia, che può provocare arrosamento, gonfiore, pus e tanto dolore. Recenti studi dimostrano che per curare tale infezione si possono impiegare anche varie settimane. La paronichia, a detta di Friedman, si rischia particolarmente quando si mangiano le cuticole ovvero le pellicine alla base delle unghie.
  • Malattia – Portare le dita in bocca significa portare una miriade di batteri nell’organismo. ‘Le nostre mani vengono a contatto con tutti i tipi di detriti e agenti patogeni e le cose tendono a rimanere bloccate sotto le unghie’, ha detto l’esperto americano. Le unghie piene di germi in bocca rappresentano il passaporto per disturbi come raffreddori e virus intestinali.
  • Infiammazione – La composizione chimica della saliva potrebbe danneggiare le unghie se tenute spesso in bocca. Ciò quindi è un danno, così come lo è leccare le labbra, che diventano screpolate. Quando si inumidiscono le labbra con la non si fa altro che favorire la corrosione della pelle.
  • Unghie incarnite ‘Le tue unghie contengono uno strato generativo chiamato matrice, che è un po’ come il letto da cui fioriscono tutte le cellule delle unghie. Le infezioni derivanti dall’onicofagia possono ledere quella matrice. Le unghie perciò potrebbero incarnirsi o deformarsi, ha precisato Friedman.
  • Herpes della mano – Chi ha herpes alla bocca e ha la pessima abitudine di mangiarsi le unghie, potrebbe infettare le dita con il virus. I sintomi tipici dell’infezione sono febbre alta e indolenzimento della punta delle dita infette.
  • Problemi ai denti – La base dei denti, per colpa dell’onicofagia, potrebbe storcersi. Di conseguenza, i denti potrebbero deformarsi. L’abitudine di mangiarsi le unghie può anche causare fratture dei denti e gengiviti.
  • Verruche facciali – Pochi sanno che le verruche possono nascondersi anche sotto le unghie. Toccare la faccia o la bocca con le unghie infettate, dunque, fa correre il pericolo di ritrovarsi tante verruche sul collo o sul volto.

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *