Curiosità

Marijuana causa ipertensione e malattie cardiovascolari

I rischi della marijuana: ipertensione e malattie cardiovascolariLa marijuana fa bene o fa male? Questo è il dilemma di moltissime persone, specialmente dei grandi consumatori dell’erba. La cannabis è stata legalizzata in molte nazioni ma in Italia ancora no, nonostante negli anni siano stati presentati diversi progetti di legge al riguardo. Certo, lo studio condotto presso la Georgia University di Atlanta non costituisce un ‘pungolo’ nel processo di legalizzazione. Alcuni studiosi dell’ateneo americano, infatti, hanno scoperto che i fumatori di marijuana rischiano seriamente di morire a causa dell’ipertensione. Il rischio ipertensione, in soldoni, triplica se si fuma marijuana. Gli esperti americani si sono concentrati particolarmente sul legame tra cannabis e aumento della pressione arteriosa in soggetti ventenni, ovvero coloro che generalmente fumano più marijuana. Il pericolo ipertensione è elevato, dunque, per chi fuma marijuana. Non solo: il rischio cresce ogni anno di più se non si smette.

Possibili effetti pesanti della marijuana sul sistema cardiovascolare

La responsabile della ricerca, Barbara Yankey, ha anche affermato che l’impatto della cannabis sul sistema cardiovascolare è molto negativo: ‘Sappiamo che nelle sale di emergenza si riscontrano numerosi casi di attacchi di cuore e angina in seguito all’uso di marijuana; questo indica che l’uso di marijuana può avere conseguenze anche più pesanti sul sistema cardiovascolare rispetto a quello già stabilito per il fumo di sigarette, anche se il numero di fumatori analizzato nel nostro studio è stato piccolo e si dovrebbe fare un’analisi su un campione più vasto’.

La marijuana è recentemente usata anche a scopo terapeutico per il suo effetto lenitivo e rilassante ma, tirando le somme ed osservando recenti studi, non si può certamente asserire che faccia bene alla salute.

Il recente approfondimento a stelle e strisce suggerisce di non fumare marijuana perché si rischia grosso. Il pericolo di morire per ipertensione è elevato, e comunque superiore rispetto alle persone che non hanno mai fumato tale erba. Il risultato di studio è indubbiamente allarmante ma è bene ricordare che andrà confermato da ulteriori ricerche. Non va assolutizzato nulla, almeno per ora. Gli esperti americani hanno spiegato: ‘Dal nostro studio è emerso che l’uso della marijuana potrebbe incrementare il rischio di mortalità dovuta all’ipertensione’.

I tanti effetti della marijuana sulla salute

La ricercatrice Francesca Filbey, pur riconoscendo l’importanza dello studio, ha sottolineato le sue limitazioni e ricordato che gli studi futuri dovranno concentrarsi anche sul ruolo di altri fattori.

La scienza fa passi da gigante, ogni giorni tantissimi ricercatori compiono sperimentazioni nei laboratori ma ancora non si conoscono tutti gli effetti della marijuana, sostanza psicoattiva fumata da milioni di persone nel mondo, sulla salute.

Join The Discussion

Questo sito usa Akismet per ridurre lo spam. Scopri come i tuoi dati vengono elaborati.