Mary Poppins, lo sapevate che…

By | 25 ottobre 2013

Mary Poppins, curiosità e fatti bizzarri

Mary Poppins è un classico intramontabile che ha appassionato bambini di tutte le generazioni e lascia ancora liberi di mary poppinssognare ad occhi aperti bambinoni dai 18 anni in su. L’interazione fra attori in carne d’ossa e cartoni animati appare riuscitissima, ma aldilà degli aspetti meramente tecnici – notevoli, ribadiamolo – ciò che più rende questo classico di Walt Disney un film leggendario sono le atmosfere magiche, candide, irresponsabilmente folli, che coinvolgono lo spettatore di qualsiasi età fin dalla prima palla di cannone sparata dallo scapestrato ammiraglio sul tetto. La musica dei fratelli Sherman arricchisce magistralmente ogni istante di silenzio e accompagna lo spettatore  in un sogno dove la fantasia è la chiave che apre il varco a una realtà favolistica distante dal concreto vivere quotidiano. Per rendere omaggio a questo cult senza tempo ripercorriamo insieme alcuni fatti curiosi che riguardano il film Mary Poppins e chi vi partecipò.

  • Avreste mai immaginato che dietro a un film così puro e pieno di nobili sentimenti come Mary Poppins potesse esserci un rapporto di odio insondabile fra due individui? è il caso del milionario Walt Disney e dell’ intransigente Pamela Lyndon Travers, l’autrice dei libri “Mary Poppins”. Fra i due non corse mai buon sangue, Walt Disney lottò più di 20 anni per ottenere i diritti del film, e dal suo canto la Travers pretendeva  di mettere bocca su ogni singola scena da girare.  Alla fine, tantissime delle scelte artistiche non andarono a genio alla sua autrice, al punto che Walt, per ripicca, non la invitò nemmeno alla prima. Fu l’ultima collaborazione fra i due. Questo rapporto così tormentato recentemente è stato portato sullo schermo da Tom Hanks ed Emma Thompson – rispettivamente nel ruolo di Disney e della Travers – nel film “Saving mister Banks”, dove la genesi di Mary Poppins viene ripercorsa e addolcita con una buona dose di buoni sentimenti che nella realtà non trovarono molto spazio.
  • Dick Van Dike, lo spazzacamini Bert, interpreta anche il ruolo dell’attempato e avido banchiere Dawes.
  • Uno dei fattori che maggiormente ha contribuito al successo della pellicola è la qualità degli attori. I ruoli di Mary Poppins e del signor Banks sembrano cuciti addosso a Julie Andrews e David Tomlinson, MA, fino all’ultimo ne’ la Andrews e ne’ Tomlinson erano accreditati per la parte. Julie Andrewes attendeva un altro ruolo nella commedia My fair lady che invece fu assegnato a Audrey Hepburn, mentre per la parte di mister Banks il candidato numero uno era un altro inglese più blasonato: Peter O’toole.
  • Mattehw Garber, il baby attore che interpreta Michael Banks, è scomparso all’età di 21 per una pancreatite. Qualcuno ipotizzò facesse uso di sostanze nocive, ma nel 2004 il fratello ha pubblicamente smentito tale accuse, sostenendo che in realtà durante un suo viaggio in India avesse ingerito una partita di carne andata a male.
  • La vecchietta che dà da mangiare ai piccioni è un pezzo di storia del cinema: il suo nome è Jane Darwell, nata nel 1879, è stata una star del cinema muto particolarmente amata da registi del calibro di Cecil B. De mille e  John Ford. Con quest’ultimo Ha vinto un premio oscar per l’interpretazione di Ma Joad. Walt Disney ci tenne così tanto ad averla nel cast che le tributò tutti gli onori possibili, con tanto di trasporto speciale sul set in limousine.
  • Anche Elsa Lancester, l’attrice che interpreta l’irascibile tata Ketty è una star del cinema del passato, protagonista del film “la moglie di Frankenstein”
  • La parola supercalifragilistichespiralidoso è stata inventata dai fratelli Sherman che misero insieme alcune parole di uso comune. Questo secondo la versione ufficiale: sembra in realtà che gli Sherman l’abbiano attinta da un campo estivo che frequentarono in infanzia e che la sua origine fosse irlandese. Secondo i linguisti avrebbe avuto a che fare con le prostitute irlandesi.
  • Mary Poppins e la signora Banks non si rivolgono mai la parola durante il film
  • La canzone “basta un poco di zucchero e la pillola…” nasce da un’idea di Robert Sherman. L’ispirazione lo colse quando di ritorno da scuola sua figlia disse che avevano somministrato a tutti i bambini il vaccino contro la poliomielite. Alla domanda del padre sul brutto sapore della pillola, lei rispose:”no mi hanno dato una zolletta di zucchero e l’ho inghiottita tranquillamente.”

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

This site uses Akismet to reduce spam. Learn how your comment data is processed.