Curiosità

Massimo Giletti cacciato da ‘L’Arena’, Feltri: ‘Sta sulle balle al Palazzo’

Giletti urta la Rai? Feltri furioso per la chiusura de 'L'Arena'Dopo tanto successo e audience la Rai, a sorpresa, ha deciso di cancellare ‘L’Arena’, programma vincente condotto da Massimo Giletti. Perché? Molti si sono domandati il motivo per cui la tv pubblica ha preso una decisione così audace. La notizia era stata diffusa a fine giugno, in occasione dell’annuncio dei nuovi palinsesti. Perché ‘L’Arena’, campione più volte di ascolti, è stato chiuso dalla Rai, ovvero dalla tv che ha rinnovato il contratto a Fazio, offrendogli un cachet faraonico? Non si sa. Eppure sono molti quelli che ritengono che, in Rai, non essere troppo di sinistra, o magari renziano, può costare molto caro. Massimo Giletti, dunque, ha dovuto dire addio a una trasmissione che dirigeva dal 2005 e gli aveva dato grosse soddisfazioni. Si vocifera che la tv pubblica gli abbia proposto di condurre vari eventi speciali, in prime time, tra il 2017 e il 2018.

Arriva Cristina Parodi

Via Giletti, avanti Cristina Parodi. Sarà proprio questa a prendere il posto del conduttore torinese. Come mai? Perché la Rai ha scelto di annullare una trasmissione che vantava una media di 4 milioni di telespettatori? Una strana scelta certamente. I vertici di Viale Mazzini, comunque, avranno i loro motivi. E’ strano che Giletti, conduttore che è riuscito ad ottenere milioni di ascolti, sia stato trattato peggio di quelli con performance inferiori. Lo stesso Giletti, prima ancora della chiusura de ‘L’Arena’, aveva detto: ‘Sono scomodo. Mi tengono perché però faccio ascolti’. Parole, in un certo senso, profetiche. Alla fine ‘L’Arena’ è stato chiuso e Giletti spostato. Incerta, a questo punto, la permanenza del presentatore torinese nella tv pubblica.

L’indignazione di Vittorio Feltri e Maurizio Costanzo

La decisione della Rai di chiudere ‘L’Arena’ ha sorpreso anche il direttore di Libero, Vittorio Feltri, che, dopo aver riflettuto molto, ha espresso la sua opinione, senza giri di parole: ‘Giletti sta sulle balle al Palazzo perché ne svela le porcherie, ne discute con gli ospiti e spesso smaschera un buon numero di profittatori’. Il direttore di Libero, come al solito, ha espresso il suo giudizio senza timori, sottolineando che alla base della chiusura de ‘L’Arena’ ci sono senz’altro ragioni politiche. Giletti, secondo lui, va al centro delle questioni senza timore, perché, in fondo, non si è mai schierato per nessun partito politico. Defenestrare un conduttore del genere, per Feltri, è una follia ma gli interessi politici, la smania di difendere sempre e comunque i burocrati viene prima di tutto. Colorita e pungente, poi, la chiosa di Vittorio sull’esonero di Giletti: ‘Silurato perché bravo ad assicurare all’azienda introiti di alto livello, che però non premono ai fessacchiotti della politica, amanti del quieto vivere e soprattutto della saliva che scorre quasi sempre sul proprio posteriore’.

Vittorio Feltri vuole indietro L’Arena e il suo fondatore e presentatore, come molti italiani, del resto. schierato dalla parte di Massimo Giletti anche Maurizio Costanzo, che non ha compreso la motivazione per cui un programma così ‘ben confezionato’ è stato improvvisamente chiuso. O meglio, Maurizio la conosce: forse Massimo ha offeso qualche politico di turno. Il marito di Maria De Filippi ha anche sottolineato che Cristina Parodi, chiamata a sostituire Giletti non sarebbe degna del conduttore torinese.

Giletti resterà in Rai? Si mormora di numerosi colloqui, in questi giorni, tra Massimo e i vertici della tv pubblica. La Rai deve fare molta attenzione perché Mediaset è lì, pronta ad accaparrarsi il valente presentatore.

Join The Discussion

Questo sito usa Akismet per ridurre lo spam. Scopri come i tuoi dati vengono elaborati.