Milano: donna incinta dichiarata morta, feto mantenuto in vita da medici

By | 30 ottobre 2014

Una storia commovente viene da Milano. Una donna è stata dichiarata morta all’ospedale San Raffaele ma i medici stanno facendo il possibile per mantenere in vita il bimbo che ha nel suo grembo. Si tratta del primo caso al mondo. Un’equipe di ginecologi, neonatologi e rianimatori sta facendo il possibile per salvare la vita del piccolo. La donna, 35 anni, è stata dichiarata clinicamente morta in quanto il suo elettroencefalogramma è piatto.

Martedì scorso la 36enne era stata trasportata in ospedale perché colpita da una tremenda emorragia cerebrale. I medici non sono riusciti a salvarle la vita. Si è trattato, nello specifico, di un’emorragia fulminante. Ora i medici tentano di salvare la vita al piccolo, che non può venire alla luce perché è di sole 23 settimane. Bisognerà attendere almeno un’altra settimana, visto che solo dalla 24esima settimana di gestazione la corteccia cerebrale inizia ad accrescersi.

Il feto viene nutrito dai medici mediante una sonda inserita nell’intestino della donna morta. Un caso unico. Il bimbo vive finché continua a battere il cuore della mamma.

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

Questo sito usa Akismet per ridurre lo spam. Scopri come i tuoi dati vengono elaborati.