No Vax riportano all’età della pietra: avvertimento dell’Ue

By | 24 novembre 2017

Stoccata dell’Ue ai movimenti no vax, ovvero quelli contrari alle vaccinazioni. Secondo Vytenis Andriukaitis, commissario europeo alla Salute e alla Sicurezza alimentare, gli antivaccinisti ‘ci riportano a periodi in cui non c’era alcuna conoscenza scientifica, ci riportano all’età della pietra’. Il commissario è preoccupato della forte diffusione, anche in Italia, di movimenti contrari all’immunizzazione.

Vaccinazione evita morti e pandemie

Andriukaitis, durante una conferenza stampa a Bruxelles, non ha nascosto la sua preoccupazione dell’emersione di frange no vax anche all’interno del M5S, partito che cerca di governare la nazione.

Il commissario Ue ha precisato che ‘uno degli strumenti più efficaci nelle politiche della salute, per la prevenzione della morte da malattie infettive, da pandemie ed epidemie è la vaccinazione. Nessuno ne dubita. Nessuno che abbia una minima conoscenza scientifica, che abbia una minima conoscenza della storia’.

‘Vorrei attrarre l’attenzione sul fatto che tutti questi movimenti, che usano vari argomenti, non capiscono quello che fanno. Sarebbe una vergogna se le famiglie che appartengono a questo movimento dovessero seppellire i loro figli, come è successo quest’anno negli Stati membri in cui dei bambini sono morti di morbillo’, ha enunciato Andriukaitis.

Genitori no vax dovrebbero visitare tombe dei bambini

Chi è contrario all’immunizzazione, secondo il commissario Ue, dovrebbe visitare i genitori e le tombe dei bimbi che facevano parte di quelle famiglie, riflettendo sulle loro azioni.

Il membro della Commissione europea ha poi esortato ogni movimento no vax a recarsi nei cimiteri europei del XIX secolo, del XVIII secolo, e dell’inizio del XX secolo e rendersi conto dei numerosi sepolcri di bimbi piccoli. La ragione di questo? All’epoca non esistevano le vaccinazioni.

Stati devono proteggere i piccoli

‘Guardino alla vita dei bambini che hanno sofferto di poliomielite. Sarò franco: dovremmo parlare anche delle responsabilità di queste persone. Gli Stati membri, dopotutto, hanno adottato la Convenzione sui diritti dell’infanzia: i bambini non hanno la possibilità di scegliere e gli Stati devono garantire la protezione più elevata possibile della loro vita e della loro salute’, ha precisato Andriukaitis.

Le parole del commissario europeo alla Salute e alla Sicurezza alimentare faranno adirare certamente i no vax e i free vax europei.

Il Movimento Free Vax

Lo Stato italiano ha imposto alle famiglie di immunizzare i bimbi, pena l’esclusione dalle scuole. Ecco, il Movimento Free Vax sostiene il no categorico all’obbligo di vaccinare i piccoli.

I membri del Movimento Free Vax vogliono sentirsi liberi di immunizzare o meno i bimbi.

Non siamo No Vax siamo Free Vax, non diciamo no ai vaccini ma no alla vaccinazione di massa, siamo per la libertà di scelta dei vaccini, che devono essere gratuiti, liberi e non coercitivi. Siamo per la libertà di pensiero e per far capire le nostre ragioni come genitori e cittadini’ avevano detto, nei mesi scorsi, diversi attivisti free vax.

Napoli, sindaco De Magistris all’evento no vax

Lo scorso 14 novembre 2017 si è svolto a Napoli, nella Sala del Consiglio Metropolitano di Santa Maria La Nova, un convegno sui vaccini e sulla libertà di scelta, a cui ha partecipato anche il sindaco Luigi De Magistris.

Il presidente dell’Ordine dei Medici di Napoli, Silvestro Scotti, ha comunicato che l’Ordine non era stato invitato alla conferenza e chiaramente non era interessato a ricevere un invito.

‘Sono scioccato nel verificare una così forte partecipazione del Comune di Napoli ad un appuntamento dequalificante e fuorviante come questo. È gravissimo che il Comune di Napoli abbia concesso il patrocinio ad un evento dichiaratamente No Vax’, ha chiosato Scotti.

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *