Cucina

Osteria Francescana migliore ristorante al mondo: Massimo Bottura felice

Una bella soddisfazione per l’Italia e la cucina italiana. Il ristorante del noto chef Massimo Bottura, Osteria Francescana, è il migliore ristorante al mondo. Il locale occupa la prima posizione del World’s 50 Best Restaurants 2016. Bottura ce l’ha fatta ed ora si gode il successo ottenuto grazie a tanto lavoro e sudore. In seconda e terza posizione ci sono rispettivamente El Celler de Can Roca, di Girona, e l’Eleven Madison Park di New York. La World’s 50 Best Restaurants 2016, lista prestigiosa quanto la Guida Michelin, è stata presentata ieri presso il Cipriani Wall Street di New York. La classifica è stata stilata da 1.000 esperti provenienti da diverse nazioni. Bottura era preoccupato ma, alla fine, ce l’ha fatta: l’Osteria Francescana è sul tetto del mondo. Il noto chef italiano è stato avvolto dal tricolore in occasione della premiazione: lo scatto è subito diventato virale. Bottura come una star dello sport. L’Osteria Francescana di Modena domina la classifica dei 50 migliori ristoranti al mondo. Massimo ha detto:

“Il mio cuore esplode di emozione, per me tutto questo è incredibile. Un segno che la cucina italiana ha rotto con la nostalgia del passato e che ora guarda con chiarezza al suo futuro.

L’Osteria Francescana è il simbolo della buona cucina italiana che sa bene conformarsi ai tempi. Una cucina che si evolve e migliora. Italia al top, dunque, in campo culinario. Oltre al locale di Bottura, nella World’s 50 Best Restaurants 2016 compaiono altri ristoranti italiani, come le “Calandre” di Rubano e il “Comba zero” di Rivoli. Come si fa ad essere annoverati in questa importante classifica? Ci vuole talento in campo eno-gastronomico, e poi lavoro ed umiltà. L’anti-Vissani Massimo Bottura, classe 1962, ha lavorato molto, sin dalla tenera età, in cucina ed è riuscito a diventare il migliore chef al mondo e la sua Osteria Francescana uno dei locali più prestigiosi del pianeta. Il ristorante del cuoco pluridecorato, lo ricordiamo, si trova in via Stella, nel centro storico di Modena. Ad incoronare Bottura come migliore chef al mondo è stata nientemeno che l’Accademia internazionale della cucina della Parigi per la sua straordinaria capacità di coniugare tradizione, scienza e arte.

Tutta la fama e i successi ottenuti da Bottura, però, sono frutto della sua umiltà e del duro lavoro. Ecco perché lo chef modenese invita i giovani a non perdere mai la speranza, ma credere sempre a quello che si fa perché con il duro lavoro si raggiungono, prima o poi, obiettivi importanti. Qual è l’obiettivo di Massimo? Rendere i suoi piatti buoni e belli da guardare. Entrando nel locale del celebre chef sembra di ritrovarsi in una galleria d’arte: ci sono stupendi dipinti dappertutto. Rammentiamo che la moglie di Bottura è un critico d’arte.  A chi gli domanda come ha fatto a diventare così famoso, il titolare dell’Osteria Francescana cita le parole di Pablo Picasso, secondo cui la fama si conquista con duro lavoro e talento. All’inizio, però, non è stato facile per Massimo Bottura: è stato spesso criticato per la sua cucina ma lui ha sempre fatto finta di niente, continuando a svolgere onestamente il suo mestiere, con umiltà e devozione. Complimenti allo chef modenese!

Join The Discussion

Questo sito usa Akismet per ridurre lo spam. Scopri come i tuoi dati vengono elaborati.