Padre Pio trasloca per “rischio neve” il 26 novembre

By | 24 ottobre 2017

Il tanto amato e venerato erede spirituale di San Francesco d’Assisi, trasloca per “rischio neve” il 26 novembre e Padre Pio sarà posto nel santuario di Santa Maria delle Grazie, a San Giovanni Rotondo.
A causa infatti del grosso “rischio neve”, dalla nuova chiesa che è stata progettata da Renzo Piano, le spoglie mortali del santo, saranno riportate nel luogo che le ha ospitate per 42 anni.

Padre Pio da Pietrelcina

Noto come “Frate stigmatizzato”, per essere stato il primo sacerdote ad avere sul proprio suo corpo i segni della crocifissione, come Gesù, Padre Pio, aveva particolari carismi, che lo videro adoperarsi con tutte le sue forze per la salvezza delle anime.
Moltissime le testimonianze dirette della sua “santità“, che arrivano fino ai nostri giorni e che sono accompagnate da sentimenti di amore e gratitudine.
Morto il 23 settembre del 1968, le sue spoglie mortali furono poste nella cripta della chiesa San Pio dal 19 aprile 2010. In occasione però del Giubileo della Misericordia, fortemente voluto da Papa Francesco, fu spostato eccezionalmente a Roma, in Vaticano, per un’ostensione delle sue spoglie ai fedeli, che ha visto una partecipazione in decine di migliaia.
Spoglie, che ormai sono però ridotte al minimo, in quanto i fedeli possono ammirare nella teca solo una testa ricostruita in silicone; mentre le spoglie mortali del Santo, sono conservate in un’imbottitura per dare più consistenza al corpo.

La teca di Padre Pio

La teca che verrà spostata è proprio quella del recente pellegrinaggio in Vaticano ed il trasferimento, avverrà in modo solenne, con una processione il 26 novembre.
Ciò che resta del corpo di Padre Pio, come fa sapere “Fanpage” sarà spostato infatti, anche se solo temporaneamente, per l’imminente “rischio neve”, in quanto la nuova chiesa è piuttosto difficile da raggiungere in inverno, dato che San Giovanni Rotondo è sovente coperta da una spessa coltre di neve e già negli anni scorsi molti fedeli si sono lamentati per il lungo e faticoso tragitto da percorrere dal parcheggio alla nuova chiesa.
Così, se i fedeli non riescono ad andare da padre Pio, sarà Padre Pio ad andare da loro, perché la chiesa di Santa Maria delle Grazie, ove sarà collocata la teca, è ben più vicina alle aree di parcheggio.

Il trasloco

Così, la teca di Padre Pio trasloca da una chiesa all’altra di San Giovanni Rotondo per l’imminente l’inverno ma in primavera, tornerà alla sua principale collocazione, che la vuole nel futuristico santuario progettato da Renzo Piano. Un santuario che sin dal giorno della sua inaugurazione, ha visto scontenti molti fedeli per le forme innovative e la sua opulenza.
Il trasferimento avverrà il prossimo 26 novembre e fino al 18 marzo 2018, si potrà ammirare e venerare nella cripta del santuario di Santa Maria delle Grazie, a San Giovanni Rotondo.
Il Santo quindi tornerà nella cripta della chiesa ove le sue spoglie hanno riposato per ben 42 anni! La decisione è stata presa dai frati minori cappuccini della Provincia religiosa “Sant’Angelo e Padre Pio”, in accordo con l’arcivescovo diocesano monsignor Michele Castoro e col ministro provinciale padre Maurizio Placentino, dopo aver ottenuto il nullaosta dalla “Congregazione delle Cause dei santi”.

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *