Paolo VI santo quest’anno: l’annuncio di Papa Francesco

By | 17 febbraio 2018

Papa-VI-canonizzazione-FrancescoPapa Francesco ha reso noto che Paolo VI sarà santo quest’anno. Il Pontefice si era riunito giovedì scorso con i sacerdoti romani per discutere al riguardo ma solo adesso è stata diffusa la notizia della riunione. In merito al taccuino contenente le frasi dei Papi che, da qualche tempo, si può reperire in Laterano, il Pontefice ha affermato: ‘Io l’ho visto e mi è piaciuto tanto. Ci sono due vescovi di Roma (recenti) già santi (Giovanni XXIII e Giovanni Paolo II). Paolo VI sarà santo quest’anno. Uno con la causa di beatificazione in corso, Giovanni Paolo I, la sua causa è aperta’. Alla fine, Bergoglio ha ironizzato su se stesso e il Papa emerito Ratzinger: ‘Benedetto e io, in lista di attesa: pregate per noi!’.

Il miracolo del 2014: la nascita di Amanda

L’annuncio di Papa Bergoglio era atteso dopo l’ok della Santa Sede al miracolo di Paolo VI, risalente al 2014. Grazie all’intercessione del defunto Pontefice sarebbe nata la piccola Amanda. La madre della piccola aveva pregato molto presso il santuario delle Grazie di Brescia perché la sua gravidanza era a rischio. Tale luogo è meta di culto per tantissimi devoti di Giovanni Battista Montini.

Papa Francesco aveva beatificato Paolo VI 4 anni fa, riconoscendogli il miracolo della guarigione di un bimbo che sarebbe dovuto nascere con problematiche fisiche. La Commissione presso la Congregazione per le Cause dei Santi ha analizzato il caso, ravvisando gli estremi per la canonizzazione di Papa Montini.

Quando la canonizzazione?

Alla mamma di Amanda i medici avevano detto che difficilmente la figlia sarebbe sopravvissuta; invece, misteriosamente, la piccola è nata sana e salva. Niente parto complicato, come avevano previsto i sanitari. La canonizzazione di Paolo VI, secondo alcune indiscrezioni, è in programma ad ottobre 2018. Ci siamo, dunque. E’ quasi arrivato il momento. Papa Paolo VI è rimasto nel cuore di molta gente per diversi motivi. Viaggiò molto e tenne addirittura un discorso alle Nazioni Unite (fu il primo Papa a farlo, ndr).

L’attentato del ’70

Paolo VI fu il primoo Pontefice a subire un attentato. Il pittore Benjamin Mendoza, durante la visita a Manila, gli sferrò una coltellata. Il Papa si salvò grazie al suo segretario, don Pasquale Macchi, che diede una spinta all’attentatore. Il Pontefice se la cavò con qualche ferita. Era il 1970.

Papa Francesco non ha mai nascosto la sua affezione per Papa Montini, che ha più volte definito il suo ‘ispiratore’. Proprio come Paolo VI, infatti, Bergoglio ha deciso di viaggiare molto per diffondere la parola del Vangelo.

Quattro anni fa, durante la beatificazione di Paolo VI, Bergoglio affermò: ‘In questa umiltà risplende la grandezza del beato Paolo VI mentre si profilava una società secolarizzata e ostile, ha saputo condurre con saggezza lungimirante, e talvolta in solitudine, il timone della barca di Pietro senza perdere mai la gioia e la fiducia nel Signore. Paolo VI ha saputo davvero dare a Dio quello che è di Dio dedicando tutta la propria vita all’impegno sacro, solenne e gravissimo: quello di continuare nel tempo e di dilatare sulla terra la missione di Cristo, amando la Chiesa e guidando la Chiesa perché fosse nello stesso tempo madre amorevole di tutti gli uomini e dispensatrice di salvezza’.

Paolo VI: il Papa che guida Bergoglio

Quello di Paolo VI è stato un destino strano. Dapprima il Pontefice venne criticato, deriso, definito nei modi peggiori. Certi lo bollarono come il ‘Papa del dubbio’, altri ‘Amleto’. Alla fine, quel 7 agosto 1978, Paolo VI passò a miglior vita come aveva chiesto. In solitudine.

Sono passati quasi 40 anni dalla morte di Paolo VI. E’ passato molto tempo prima della beatificazione. Con Papa Francesco, però, tutto è più semplice. Bergoglio canonizzerà la sua guida, il Papa che lo ha sempre ispirato. Nel 2014 il Pontefice argentino disse: ‘Nei confronti di questo grande Papa, di questo coraggioso cristiano, di questo instancabile apostolo, davanti a Dio non possiamo che dire una parola tanto semplice quanto sincera ed importante: grazie! Grazie nostro caro e amato papa Paolo VI! Grazie per la tua umile e profetica testimonianza di amore a Cristo e alla sua Chiesa!’.

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

Questo sito usa Akismet per ridurre lo spam. Scopri come i tuoi dati vengono elaborati.