Pericolo strofinacci da cucina, canovacci favoriscono intossicazione alimentare

By | 12 giugno 2018

Gli asciugamani da cucina sono terreno fertile per i batteri come Escherichia Coli e Streptococco Aureo, lo dimostra uno studio secondo cui l’uso ripetuto dei canovacci possono mettere le famiglie a rischio di intossicazione alimentare. Come prevenire la contaminazione e come lavare gli strofinacci da cucina.

Contaminazione alimentare con lo strofinaccio da cucina

Un utilizzo multiplo dei classici canovacci che si usano in cucina aumenterebbe la contaminazione incrociata di potenziali agenti patogeni, i quali possono diffondere dei batteri e portare a intossicazioni alimentari pericolose e letali. E’ quello che emerge da uno studio sugli asciugamani che si usano tra i fornelli, perpetuato dai ricercatori dell’Università di Mauritius. Essi hanno esaminato 100 strofinacci che sono stati usati per almeno un mese. Dopo le spugne con cui si lavano i piatti, anche i canovacci da cucina si confermano essere gli oggetti più infestati da germi e batteri in cucina.

Dallo studio emerge che il batterio più presente è risultato essere l’Escherichia Coli.  Esso si trova soprattutto negli asciugamani multiuso, come quelli per pulire i mestoli o asciugare le mani in cucina. Si conferma quindi che l’uso multiplo dei canovacci aumenta la possibilità di contaminazione e la diffusione di batteri nocivi per la salute umana.

Quali batteri sono presenti nei canovacci da cucina

Lo studio dei ricercatori si è basato sulla coltivazione dei batteri trovati sugli asciugamani multiuso. Per poterli identificare, hanno determinato il loro carico virale. E’ emerso che di questi, il 49% aveva una crescita batterica, la quale aumentava se, ad usare lo strofinaccio, era una famiglia numerosa o con bambini. Dei 49 campioni positivi alla crescita batterica, il 36,7% ha sviluppato batteri coliformi. Esso è il gruppo che comprende anche l’Escherichia Coli, mentre lo Stafilococco Sureo era presente sul 14,3%.

Batteri coliformi e stafilococchi sono stati trovati con una prevalenza significativamente più alta sugli strofinacci  delle famiglie che mangiavano carne. Questi agenti patogeni possono causare una vasta gamma di condizioni nell’uomo, dai crampi allo stomaco alla febbre e vomito, come la polmonite e le malattie respiratorie. I batteri di Staphylococcus aureus possono portare a condizioni potenzialmente letali come la meningite, la batteriemia e la sindrome da shock tossico. La dieta, le pratiche igieniche e l’utilizzo degli asciugamani da cucina umidi potrebbero causare quindi anche una specie di avvelenamento da cibo.

Come lavare gli strofinacci da cucina

Per prevenire questa condizione ed evitare intossicazioni, bisogna seguire alla lettera tutte le regole di igiene in cucina. In primis, cambiare regolarmente i canovacci e assicurarsi che le superfici di preparazione degli alimenti siano ben pulite prima e dopo l’uso. Come fare? I ricercatori consigliano di mantenere gli strofinacci da cucina il più puliti possibile lavandoli sempre dopo ogni utilizzo, immergendoli nella candeggina diluita prima di procedere al normale lavaggio come scritto in etichetta.

 

 

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

Questo sito usa Akismet per ridurre lo spam. Scopri come i tuoi dati vengono elaborati.