Politica

Primarie Pd: Marco Minniti ha ritirato la sua candidatura

Diciotto giorni fa c’era stata la decisione, da parte di Marco Minniti, di candidarsi alla segreteria del Pd, comunicata attraverso un’intervista a La Repubblica. Adesso, ancora una volta attraverso un’intervista, l’ex ministro dell’Interno ha ritirato la sua candidatura per le prossime primarie Pd. Le spiegazioni di Minniti sono state molteplici e, in molti punti, poco esaustive.

Primarie Pd: i due candidati principali restano Zingaretti e Martina

Marco Minniti ha ritirato la sua candidatura alla segreteria del Partito Democratico, dopo che aveva annunciato di volerne far parte 18 giorni fa. Per le primarie Pd, dunque, i due nomi fondamentali rimangono quelli di Nicola Zingaretti (presidente del Lazio) e Maurizio Martina (segretario uscente del Pd). Altri quattro candidati, entro il 12 dicembre, potranno raccogliere le firme e presentare una candidatura ufficiale.

Le fasi del congresso saranno, naturalmente, due: la prima prevede una votazione tra gli iscritti al partito, mentre la seconda sarà riservata agli elettori, e terminerà con la fase delle primarie Pd che si terranno il prossimo 3 marzo.

Perchè Marco Minniti ha ritirato la sua candidatura?

Le spiegazioni che Marco Minniti ha fornito nell’intervista a La Repubblica sono molteplici, ma non hanno indicato perfettamente quelle che sono le cause per cui la candidatura è stata ritirata. L’ex ministro dell’Interno ha spiegato di aver preso questa decisione per il bene del partito.

Per molti, il ritiro è arrivato a seguito del venir meno dell’appoggio di Matteo Renzi e altri esponenti politici di spicco. Fin dall’inizio Minniti sembrava essere entrato in contrasto con i suoi sostenitori, prima rifiutando Teresa Bellanova come vice e poi scontrandosi anche con Luca Lotti, due esponenti molto vicini proprio all’ex premier Renzi. Negli ultimi giorni la raccolta firme per la sua candidatura si era anche arrestata, a causa delle molte tensioni interne.

Join The Discussion

Questo sito usa Akismet per ridurre lo spam. Scopri come i tuoi dati vengono elaborati.