Psoriasi: pazienti discriminati anche sul lavoro

By | 13 agosto 2016

La psoriasi è una patologia che colpisce la pelle e che provoca disagio. Non solo. Gran parte delle persone affette da psoriasi viene discriminata e mortificata anche nell’ambiente lavorativo. Un quadro decisamente sconfortante emerge dall’indagine Clear about Psoriasis, svolta in 31 nazioni.

Psoriasi genera ansie

Dall’indagine è emerso che oltre il 50% dei soggetti affetti da psoriasi si sente domandare spesso se le macchie sulla pelle siano contagiose. Non solo. 8 malati su 10 dicono di subire giornalmente discriminazioni e offese. Quasi il 20% delle persone affette da psoriasi, poi, ha difficoltà ad usufruire delle prestazioni di parrucchieri, commessi ed estetisti. Non è facile, dunque, la vita per gran parte dei malati di psoriasi, che si vedono costretti a svolgere mestieri caratterizzati dalla minima interazione con gli altri. E’ certo che, tra le patologie che interessano la pelle, la psoriasi è quella più fastidiosa e in grado di generare ansie. Si tratta infatti di una malattia che non agisce sulla sfera fisica ma anche psicologica: molti malati, infatti, si sentono in disagio quando vengono osservati e quindi tendono sempre a coprire ogni parte del corpo. C’è il rischio, dunque, che una persona affetta da psoriasi si isoli.

Malattia spesso diagnosticata tardi

Solitamente, i sintomi della psoriasi sono analoghi a quelli di altre malattie che bersagliano la pelle; ecco perché, spesso, viene diagnosticata tardi, quando ormai è in uno stadio avanzato. Molte persone hanno scoperto di essere state colpite dalla psoriasi dopo essersi fatte visitare da numerosi dermatologi, spendendo molto denaro. Generalmente, la psoriasi si presenta con chiazze rosse e squame bianche che causano non poco prurito e dolo.

loading...

Le zone del corpo predilette dalla psoriasi sono mani, schiena, ginocchia gomiti e cuoio capelluto. Quando si trova in uno stadio avanzato, però, non risparmia nessuna parte. A molti pazienti sembra, in determinati periodi dell’anno, che la patologia svanisca; poi, però, si ripresenta con i suoi terribili sintomi.

Quali sono le cause della psoriasi? La maggior parte degli esperti ritiene che esista una psoriasi di tipo genetico, la più difficile da trattare. Fattori che possono favorire l’insorgenza della malattia possono essere anche stress, cattiva alimentazione, abuso di alcol e assunzione di determinati farmaci.

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *