Pubblicità sessista a Milano: Pandora chiede scusa

By | 4 dicembre 2017

Sconcerto a Milano per alcuni manifesti pubblicitari dall’aria sessista. Ad affiggerli è stata Pandora, noto colosso di gioielli danesi. Per indurre la gente, in vista del Natale, ad acquistare gioielli l’azienda ha pensato di tappezzare la metropolitana con locandine recanti la seguente scritta: ‘Un ferro da stiro, un pigiama, un grembiule, un bracciale Pandora. Secondo te cosa la farebbe felice?’. Parole indubbiamente sessiste per la maggioranza delle persone, parole che hanno fatto sollevare un enorme polverone.

Pubblicità che strizzava l’occhio agli stereotipi di genere?

Pandora forse non voleva urtare la sensibilità delle donne con quella pubblicità, ma, viste le innumerevoli critiche, è stata costretta a chiedere scusa.

‘Ci scusiamo con tutte coloro che si sono sentite toccate nella loro sensibilità’, recita uno stralcio del comunicato diffuso di recente da Pandora.

Quella pubblicità, giudicata sessista dai più, mirava, secondo il colosso dei gioielli, a ‘strizzare l’occhio agli stereotipi di genere’ e ‘regalare un sorriso’. Manifesti che hanno invece fatto indignare molte milanesi. Altro che ‘regalare un sorriso’, quelle locandine hanno donato un po’ di rabbia.

La replica di Pandora su Facebook

Pandora ha spiegato sui social che quest’anno intende aiutare le donne a trovare il regalo giusto.

Nella pagina Facebook di Pandora è stato pubblicato il seguente messaggio: ‘Quante di noi a Natale hanno ricevuto qualcosa di non gradito? Questa iniziativa parte proprio da una ricerca che ha evidenziato come la maggior parte delle donne a Natale riceva sempre il regalo sbagliato. Auguriamo a tutte voi di ricevere proprio ciò che più desiderate’.

Pandora non voleva certamente diffondere una pubblicità sessista, almeno stando ai messaggi postati dall’azienda sulla sua pagina Facebook. L’intento era di scherzare un po’ su alcuni clichè italiani.

L’hashtag #Epicfail

Molte donne, per la società di gioielli danesi, ha frainteso il claim. Comunque, Pandora ha chiesto scusa a tutte le donne che sono state ferite nel loro amor proprio.

La ‘danza’ delle polemiche è partita con l’hashtag #Epicfail. ‘Per Natale rispetto, piuttosto che un bel bracciale’, recita uno dei tanti messaggi postati sul web per contestare le locandine di Pandora.

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *