Quirinale, Alfano gela Pd: “Elezione Capo dello Stato non è questione di partito”

By | 31 dicembre 2014
loading...

Il leader di Ncd e ministro dell’Interno, Angelino Alfano, nel corso di una recente intervista ha parlato dell’elezione del nuovo Capo dello Stato: “Noi non abbiamo né da fare nomi né da porre veti. L’Italia ha bisogno di una guida autorevole che sappia rappresentare tutti e assolvere le funzioni delicate che la Costituzione gli assegna. Ricordo, solo a titolo di esempio, che il Capo dello Stato presiede il Consiglio superiore della magistratura, il Consiglio supremo della Difesa, nomina i ministri, promulga le leggi, scioglie le Camere, interloquisce continuamente col governo. Basta questo per dire che non si tratta di un ‘mestiere’ per persone estranee alle istituzioni. Non c’è bisogno quindi di andare alla ricerca di donne e di uomini che, sebbene dal curriculum illustre, non hanno confidenza con le istituzioni, perché nella nostra Repubblica il presidente non è una carica onorifica“.

Alfano ha anche affermato che l’elezione del nuovo Capo dello Stato non dovrà essere una questione interna al Pd, aggiungendo: “Il Pd, per i risultati elettorali che ha avuto, non potrebbe accettare e neanche meritare un veto. È altrettanto vero, però, che il candidato presidente non lo si decide durante l’assemblea congressuale del Pd. Occorrerà che vi sia un lavoro preventivo per individuare una personalità che possa essere votata dal Pd e dalle principali forze del centrodestra”.

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *