Arte e cultura

Roccaraso: il treno della memoria per celebrare l’eccidio dei Limmari (video)

Roccaraso: Si rinnova anche per quest’anno la celebrazione dedicata ai martiri di un tristemente famoso eccidio; uno dei tanti a opera dei nazisti nel corso della Seconda Guerra Mondiale.

La Transiberiana d’Italia di nuovo in campo

Domani in viaggio ancora una volta sul “Treno della Memoria”, da Sulmona a Roccaraso in provincia dell’Aquila, a bordo della Transiberiana d’Italia promosso per onorare il 75esimo anniversario dell’eccidio dei Limmari, la strage fu compiuta  Pietransieri, frazione di Roccaraso dai nazisti. Sul treno saranno presenti e in viaggio gli studenti dell’Istituto omnicomprensivo di Popoli della provincia di Pescara, dell’istituto “Mazzini-Capograssi” di Sulmona, della scuola “Radice – Ovidio” di Sulmona, gli allievi dell’Istituto  “B. Croce” di Pescasseroli in provincia dell”Aquila e i ragazzi dell’ Istituto Alberghiero “De Panfilis” di Roccaraso.

I Promotori della celebrazione

La celebrazione che già si svolge da alcuni anni è stata ancora una volta promossa e organizzata dal Comune di Roccaraso in collaborazione con la Fondazione FS Italiane, l’Associazione “Le Rotaie” di Isernia e l’Istituto Alberghiero “De Panfilis” di Roccaraso. Saranno circa 400 i viaggiatori sul “Treno della Memoria” il 21 novembre.

Percorso educativo e ricordo doloroso

Il sindaco di Roccaraso, Francesco Di Donato ha cosi illustrato l’evento: “Sarà un viaggio carico di significato, un vero e proprio percorso educativo gli studenti visiteranno il Sacrario e successivamente i casolari dove 75 anni fa si è verificata questa terribile strage, partecipando alla manifestazione commemorativa insieme alla nostra comunità. Nei giorni scorsi abbiamo promosso un importante convegno con giuristi e storici di altissimo livello proprio perché siamo convinti della necessità di trasferire la memoria storica di questi eventi alle nuove generazioni. Il prossimo passo sarà la realizzazione del Parco della Memoria a Pietransieri: un progetto sul quale stiamo lavorando come amministrazione comunale e che presto trasformeremo in un’area di grande valenza storica e culturale”.

Join The Discussion

Questo sito usa Akismet per ridurre lo spam. Scopri come i tuoi dati vengono elaborati.