News

Scontrino elettronico: ecco un’altra novità dalla manovra

Scontrino elettronico: in arrivo direttamente dalla manovra. Dopo aver portato nel nostro ordinamento fattura elettronica (che entrerà in vigore a partire da gennaio), sta per essere inserito pure l’invio elettronico degli scontrini, che abolirà il vecchio tagliando cartaceo utile a dar prova degli acquisti.

Scontrino elettronico: la novità

L’introduzione non è immediata: comincerà a partire dal prossimo luglio i negozi con un volume d’affari maggiori dei 400 mila euro l’anno e poi, dall’inizio del 2020, tutti gli altri esercenti ne saranno coinvolti.

Inizialmente funzionerà in concomitanza con una «lotteria dei corrispettivi» e con uno sconto fiscale valido per i negozianti per aggiornare o acquistare un registratore di cassa elettronico.

Una tale norma è stata prevista dal nuovo decreto fiscale appartenente alla manovra che il governo sta facendo di tutto per applicare alla lettera. Una prima bozza parla pure di un condono, ossia di una doppia sanatoria per le cartelle – una rottamazione ter diluita in 5 anni – e per le liti fiscali pendenti.

I benefici nell’introduzione dello scontrino elettronico

Per ciò che riguarda i benefici ci sono di certo i controlli che sono molto più celeri e pure la possibilità di dare il via ad analisi del rischio evasione. Sarà poi favorito l’utilizzo dei pagamenti elettronici e la possibilità di render migliore la digitalizzazione del paese, dando il via a nuovi servizi.

I negozianti potranno acquistare il nuovo registratore di cassa con uno sconto fiscale pari al 50%. Un nuovo aggeggio capace memorizzare gli scontrini e favorire anche la nuova «lotteria dei corrispettivi» che partirà dal 2020, a cui possono partecipare i consumatori che per prenderne parte, dovranno fornire il proprio codice fiscale.

Join The Discussion

Questo sito usa Akismet per ridurre lo spam. Scopri come i tuoi dati vengono elaborati.