“Sei nero, cambia posto”: il razzismo viaggia sul Flixbus

0

Nuovo caso di razzismo. Questa volta accade a Trento dove un ragazzo di colore è stato insultato mentre era a bordo di un autobus. Il ragazzo è scoppiato in un pianto ininterrotto ed è stato necessario l’intervento delle forze dell’ordine.

Indice articolo

La testimonianza di una passeggera

La testimonianza di una passeggera è stata determinante per capire la dinamica dei fatti. Come raccontato da l’Adige.it, la ragazza Elena Iiriti era salita a bordo dell’autobus Flixbus che sarebbe partito da Trento alla volta di Roma. La giovane, di 19 anni e studentessa presso l’università di Ferrara, è salita sul mezzo insieme ad una sua amica.

Ad un certo punto si è iniziata a sentire la voce di una donna che diceva: “NO! Non qui. Vai in fondo. Sei di colore e di un’altra religione”. In quel momento le due ragazze non stavano capendo cosa stesse accadendo, poi però hanno subito collegato la frase della donna quando hanno visto affianco a quest’ultima un giovane ragazzo di colore.

Che cosa è successo?

Mamadou, un giovane ragazzo di 25 anni di origine senegalese, ma risedente da molti anni qui in Italia era salito sull’autobus perché doveva raggiungere un suo amico a Roma per passare con lui qualche giorno. Al ragazzo era stato assegnato proprio il posto vicino alla donna, ma mai si sarebbe immaginato che in pochi istanti la sua giornata sarebbe cambiata.

Il ragazzo ha cercato più volte il dialogo con la donna, ma non c’è stato davvero nulla da fare. Il giovane è scoppiato in un pianto copioso e la donna imperterrita ha continuato a dargli addosso. Alla fine è stata contattata la polizia e si è cercata una mediazione. Il giovane si è seduto vicino a Elena, mentre la sua amica vicino alla donna.

Elena ha chiacchierato un po’ con Mamadou il quale le ha detto di lavorare da qualche tempo in una ditta di forni sita a Bolzano: “Non sono cattivo, mi sento italiano come voi e voglio solo poter viaggiare in tranquillità”. Queste le parole del ragazzo che sottolinea alla giovane che episodi del genere, purtroppo gli capitano molto frequentemente.

La posizione dell’azienda

la posizione dell’azienda è molto chiaro a riguardo. La Flixbus si rincresce che un episodio sia accaduto e che sia avvenuto su uno dei loro autobus. Inoltre, l’azienda di trasporti ha sottolineato: “Da sempre ci impegniamo a garantire a chiunque la possibilità di viaggiare” – poi continua – “E questo è quello che continueremo a fare”.

Piperina e Curcuma in OFFERTA, Pagamento alla consegna GRATIS