Smettere di fumare: Matteo Salvini come Zeno Cosini

By | 6 aprile 2018

sigarette-smettere-fumare-salviniNon è semplice smettere di fumare. I tabagisti doc lo sanno bene, così come quelli dell’ultim’ora. Il tabacco crea dipendenza. C’è chi, per abbandonare il vizio, si affida alle sigarette elettroniche e chi percorre altre vie. Sentieri impervi che raramente portano alla meta. Non tutti sanno che il leader della Lega, Matteo Salvini, è un grande fumatore che ha cercato più volte di mollare, invano, le ‘bionde’. Sembra insomma che Salvini abbia detto tante volte: ‘Oggi smetto di fumare’.

Salvini: tanto stress e politica

Giura di non fumare più e poi ci ricasca. L’ultima promessa risale a poche ore fa. Salvini ha scritto su Facebook, a corredo di una foto che lo ritrae con una sigaretta in mano: ‘Come promesso, da ieri niente sigarette! Un po’ difficile ma si tiene duro, sperando che in questi giorni non mi facciano arrabbiare. Chi di voi mi fa compagnia?’.

Matteo Salvini ricorda un po’ Zeno Cosini, il protagonista de ‘La coscienza di Zeno’, scritto da Italo Svevo. Anche Zeno cercava in continuazione di smettere di fumare ma ci ricascava sempre. Il problema è che Salvini, oltre ad essere un fumatore, è un politico e fare politica significare fronteggiare in continuazione situazioni stressanti, che non favoriscono certamente l’archiviazione del vizio del fumo.

L’addio alle ‘bionde’ reiterato

Nel 2014, gaudente, Matteo Salvini aveva annunciato l’addio alle ‘bionde’; poi, dopo qualche mese, era apparso sui social con una sigaretta tra le mani. Due anni dopo, il leader leghista aveva scritto su Facebook: ‘Amici come promesso oggi smetto di fumare. Chi mi fa compagnia?’. In quel caso a distoglierlo era stata Elisa Isoardi, l’attuale compagna, che era stata immortalata a Ibiza mentre baciava un uomo misterioso.

Insomma, tra politica e donne, il buon Salvini non riesce proprio a dire addio alle sigarette. Matteo è stato immortalato più volte, negli ultimi mesi, con la sigaretta in mano. Adesso sembra che Salvini voglia fare sul serio. L’addio alle sigarette sarà il dono di compleanno per suo figlio Federico che presto spegnerà 15 candeline. Salvini ha scritto di recente su Facebook. “Lui e la Mirta, che ha cinque anni, mi dicono ‘Papà basta con ‘sta puzza di sigarette, ti fai del male, quand’è che smetti?’. Non è facile in periodi come questi di litigi, incontri, telefonate e trattative. Se uno è nervosetto e stanco la sigaretta se la accende’.

‘Fumare è da idioti e fa male’

Era giugno del 2016 quando Matteo Salvini, durante la trasmissione radiofonica ‘Un giorno da pecora’, aveva annunciato la sua decisione di smettere di fumare: ‘Lunedì 20 giugno, alle 23.59, mi accendo l’ultima sigaretta e finisco la mia carriera da fumatore. Fumare è da idioti e fa male. Avevo smesso per 8 anni a Capodanno dal 2000, ma poi stupidamente ho ripreso. Stavolta non lo farò’.

Il leghista, dopo quell’annuncio salutista, passò a parlare di politica, bersagliando il nemico di sempre Matteo Renzi: ‘Il bugiardo Renzi, quello che ha votato in Europa le sanzioni contro la Russia (che sono costate alle imprese italiane più di 4 miliardi di euro e migliaia di posti di lavoro persi), oggi incontra Putin. Un coniglio che incontra un gigante’. Salvini si riferì alla visita del leader dem a San Pietroburgo.

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

This site uses Akismet to reduce spam. Learn how your comment data is processed.