Sposarsi fa bene alla salute: matrimonio scaccia demenza

By | 30 novembre 2017

Una notizia graditissima a tutti quelli che sono convolati a nozze. Sposarsi fa bene alla salute. A dirlo è la scienza, non si tratta quindi di chiacchiere da bar. Grazie alla ricerca diretta da Andrew Sommerland, della University College di Londra, è stato scoperto che le persone sposate rischiano meno la demenza. Vedovi e single, invece, possono andare più facilmente incontro a deficit neuropsicologici. Lo studio ha esaminato molte ricerche svolte in passato al riguardo, che avevano coinvolto 800.000 soggetti in Asia, Europa e Sudamerica. La recente ricerca dimostra che un single rischia il 42% in più di essere colpito dalla demenza rispetto a una persona coniugata.

Perché gli sposati rischiano meno di ammalarsi di demenza?

Un vedovo o una vedova, rispetto agli sposati, rischiano il 20% in più di ammalarsi di demenza. Qual è il motivo per cui gli sposati sono meno soggetti a demenza?

I ricercatori non conoscono le cause del risultato scoperto recentemente. Si può solo ipotizzare che le persone sposate tendono ad assumere stili di vita più salutari e trascorrono meno tempo da sole. Rammentiamo che l’isolamento sociale è uno dei fattori che aumenta il rischio di demenza.

Chi vuole ridurre il rischio di quasi un terzo, dunque, dovrebbe sposarsi. Lo dicono molti ricercatori. Il cervello delle persone sposate sarebbe più attivo, quindi è minore il rischio di andare incontro alla demenza.

Si mangia meglio

E’ più alta la probabilità, per le persone sposate , di mangiare cibi sani, recarsi dal medico o assumere medicine se malate. Tutti fattori che riducono sensibilmente il rischio di demenza.

Nozze scacciano anche il diabete di tipo 2

La comunità scientifica già sapeva che il matrimonio aiuta le persone a restare in salute. Adesso, un nuovo studio, dimostra l’effetto ‘scaccia-demenza’ delle nozze.

‘I nostri risultati rappresentano la prova più forte che le persone sposate hanno meno probabilità di sviluppare la demenza’, ha scritto il gruppo di ricercatori inglesi sull’autorevole Journal of Neurology, Neurosurgery & Psichiatry.

Il matrimonio, secondo gli scienziati, aumenta le possibilità di sopravvivenza dopo un infarto, riduce il rischio di diabete di tipo 2, colesterolo alto e ipertensione.

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *