Tumore alla prostata: obesi rischiano recidiva

By | 9 febbraio 2018

cancro-alla-prostata-rischio-recidiva-per-gli-obesiL’American Association for Cancer Research ha scoperto, al termine di uno studio, che l’obesità non solo aumenta il rischio di tumore alla prostata ma ne favorisce la recidiva. Cosa vuol dire? In soldoni, se una persona è guarita da un cancro alla prostata ma è obesa corre un pericolo maggiore di dover lottare nuovamente, in futuro, contro la neoplasia. Chi ha subito l’asportazione totale della prostata ed ha tanti chili in più corre il pericolo di ammalarsi nuovamente. La ricerca è importante ed è stata illustrata anche durante la Special Conference Obesity and Cancer: Mechanisms Underlying Etiology and Outcomes.

Chili in più pericolosi

Lo studio americano sul presunto nesso tra obesità e tumore alla prostata è stato condotto su 1.100 volontari, tra cui molti obesi. Al termine della ricerca è stato notato che le persone con un alto indice di massa corporea rischiavano maggiormente una recidiva, rispetto ai normopeso, dopo 4 anni dalla prostatectomia radicale. Rischiano ancor di più i pazienti con sindrome metabolica.

L’obesità è un fattore che favorisce non solo l’insorgenza del cancro alla prostata ma anche la riacutizzazione. Meglio, dunque, stare alla larga  dai chili in più.

Cancro alla prostata: il più diffuso tra gli uomini over 50

Secondo dati Aiom del 2016, il tumore alla prostata è la neoplasia che colpisce maggiormente gli uomini over 50: 20% del totale. Un importante studio condotto diversi mesi fa aveva dimostrato che rischiano tanto la neoplasia alla prostata gli uomini obesi e alti. Sembrerà strano ma l’altezza è associata all’aumento del rischio di tumore alla prostata. In poche parole, più si è alti e più si rischia di morire precocemente per tale cancro. Quanto detto vale anche per l’obesità.

Perché l’obesità favorisce il tumore alla prostata? L’esperta Aurora Perez Cornago aveva spiegato che tale correlazione è forse dovuta a ‘variazioni ormonali negli uomini obesi che possono aumentare il rischio di tumore’.

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

This site uses Akismet to reduce spam. Learn how your comment data is processed.