Chi è Ultimo di Sanremo 2019: biografia e testo di “I tuoi particolari”

0
ultimo-sanremo-biografia-testo-i-tuoi-particolari

Il personaggio più apprezzato dalla giuria popolare del Festival di Sanremo 2019 è stato, senza alcun dubbio, Ultimo. L’artista che ha già vinto nella sezione Nuove Proposte del Festival di Sanremo del 2018 gode di un grandissimo apprezzamento da parte del pubblico che, grazie al suo voto, l’ha portato fino al secondo posto. Benchè il vincitore del Festival sia stato Mahmood con Soldi, per molti il vincitore morale della competizione può considerarsi proprio Ultimo.

Chi è Ultimo

Ultimo è il nome d’arte di Niccolò Moriconi. Il cantautore italiano è nato a Roma e fin da subito ha dimostrato le sue grandi dote artistiche, iniziando a scrivere e comporre musica fin dall’età di 14 anni. Al Conservatorio di Santa Cecilia si concentra sullo studio del pianoforte e della composizione, tanto da accrescere le sue doti particolarmente.

Il nome d’arte scelto dal cantautore romano è un chiaro riferimento alla sua voglia di stare dalla parte degli ultimi, di chi vive ai margini della società. Nella sua breve carriera Ultimo ha avuto moltissimo successo, sia per quanto riguarda il riscontro popolare – il suo tour nel 2018 è stato praticamente sempre sold out – sia per quanto riguarda il giudizio della critica. 

Il cantante ha vinto la sezione “Nuove Proposte” nel 2018, con il brano Il ballo delle incertezze, precedendo sul podio Mirkoeilcane e Mudimbi. Nello stesso frangente si è aggiudicato anche il Premio Lunezia per il miglior brano, mentre il 2019 l’ha visto ottenere il Premio Lifestyle Show Award come rivelazione dell’anno.

Testo e significato di I tuoi particolari

Di seguito è riportato il testo di I tuoi particolari. La canzone, largamente votata dalla giuria popolare, è valsa a Ultimo il secondo posto sul podio del Festival di Sanremo 2019. Lo stesso Niccolò Moriconi è autore del suo testo.

È da tempo che non sento più
La tua voce al mattino che grida «bu»
E mi faceva svegliare nervoso ma
Adesso invece mi sveglio e sento che

Mi mancan tutti quei tuoi particolari
Quando dicevi a me
«Sei sempre stanco perché tu non hai orari…»
È da tempo che cucino e
Metto sempre un piatto in più per te
Sono rimasto quello chiuso in sé
Che quando piove ride per nascondere

Mi mancan tutti quei tuoi particolari
Quando dicevi a me
«Ti senti solo perché non sei come appari»
Oh, fa male dirtelo adesso
Ma non so più cosa sento
Se solamente Dio inventasse delle nuove parole potrei dirti che
Siamo soltanto bagagli
Viaggiamo in ordini sparsi
Se solamente Dio inventasse delle nuove parole potrei scrivere per te nuove canzoni d’amore e cantartele qui

È da tempo che cammino e
Sento sempre rumori dietro me
Poi mi giro pensando che ci sei te
E mi accorgo che oltre a me non so che c’è

Che mancan tutti quei tuoi particolari
Quando dicevi a me
«Sei sempre stanco perché tu non hai orari…»
Oh, fa male dirtelo adesso
Ma non so più cosa sento
Se solamente Dio inventasse delle nuove parole potrei dirti che
Siamo soltanto bagagli
Viaggiamo in ordini sparsi
Se solamente Dio inventasse delle nuove parole potrei scrivere per te nuove canzoni d’amore e cantartele qui

Fra i miei e i tuoi particolari
Potrei cantartele qui
Se solamente Dio inventasse delle nuove parole potrei dirti che
Siamo soltanto bagagli
Viaggiamo in ordini sparsi
Se solamente Dio inventasse delle nuove parole potrei scrivere per te nuove canzoni d’amore e cantartele qui

La canzone di Ultimo parla di un amore giunto al suo termine in cui riecheggiano note di malinconia e rimorso da parte del cantante. A partire da questa base, in cui ogni atto viene ricordato con profondo affetto nella canzone, Ultimo si riferisce direttamente a Dio nel chiedergli la possibilità di avere un modo migliore per esprimere tutto il suo sentimento.

Le polemiche di Ultimo in sala stampa

La conferenza stampa di Ultimo al termine del Festival di Sanremo 2019 è stata molto accesa e carica di polemiche. Il cantautore romano è stato attaccato da diversi giornalisti per le sue affermazioni, riguardanti sia Mahmood sia le modalità con cui è avvenuta la sua vittoria.

“La mia vittoria sono i live, la gente che mi vuole bene, che si riconosce in quello che scrivo. – ha affermato Ultimo – Sono contento di aver partecipato al Festival, sono contento per il ragazzo… per Mahmood”. Le affermazioni hanno provocato diverso brusio in sala stampa, specie per il “ragazzo” che sembra essere stato pronunciato con intento polemico. Nonostante il cantautore romano abbia affermato di non provare rancore, si è scagliato contro i giornalisti affermando: “Voi avete questa settimana per sentirvi importanti”. 

Nelle parole di Ultimo è trapelata molta amarezza per non essere riuscito a portare a casa la vittoria del Festival. Molta polemica è nata dal fatto che, stando al giudizio del pubblico da casa, la vittoria per il cantautore sarebbe stata assicurata. Invece, il voto della giuria demoscopica e della sala stampa ha sovvertito ogni pronostico.

Il cantautore ha poi chiarito di non essere arrabbiato per il risultato, ma amareggiato per le dinamiche con cui si è concluso il Festival di Sanremo 2019: “semplicemente ce l’ho con me stesso, non ce l’ho con nessuno.” Poi ha concluso: “Sono amareggiato. Io punto all’eccellente. Io non punto al buono.”

Il nervosismo del cantante romano ha raggiunto vette ed eccessi che sembravano inaspettati prima della conferenza stampa: Ultimo si è scagliato particolarmente contro quei giornalisti che l’hanno etichettato come presuntuoso nel credere di aver già vinto in partenza, prima di esibirsi.

Leggi anche le altre Notizie di attualità e curiosità di ZZ7 anche su Google News e premi la Stellina cliccando QUI sotto per seguire le News.